,,

Maxi-blitz al Parco Verde di Caivano, intanto il drone scopre la nuova piazza di spaccio nel centro storico

Ennesimo maxi-blitz al Parco Verde di Caivano il giorno dopo la scoperta di una nuova piazza di spaccio in pieno centro storico

Pubblicato il:

Un altro maxi-blitz al Parco Verde di Caivano. All’alba di venerdì 19 gennaio è scattata l’operazione ad alto impatto di polizia, carabinieri e Guardia di Finanza, con circa 250 agenti coinvolti, nella provincia di Napoli. Arriva poche ore dopo la scoperta della nuova piazza di spaccio in pieno centro storico, avvenuta grazie all’utilizzo di un drone.

Il maxi-blitz al Parco Verde

Il maxi-blitz, partito all’alba, ha visto coinvolti circa 250 operatori delle forze dell’ordine in perquisizioni e controlli.

Sono intervenuti:

  • polizia;
  • carabinieri;
  • Guardia di finanza.

maxi blitz parco verde caivanoFonte foto: ANSA
Immagini del blitz al Parco Verde di Caivano dello scorso settembre

Tra i reparti specializzati schierati:

  • polizia scientifica;
  • unità cinofile antidroga della polizia;
  • nucleo cinofili antidroga;
  • unità operative di primo intervento (Uopi);
  • pattuglie della Polizia stradale;
  • Reparto prevenzione crimine Campania;
  • Reparto mobile;
  • carabinieri di Caivano;
  • reparto del Gruppo di Castello di Cisterna;
  • Anti-terrorismo pronti impiego di Napoli;
  • unità cinfofile della Guardia di finanza;
  • Gruppo della Gdf di Frattamaggiore, Torre Annunziata, Giugliano in Campania;
  • Nucleo di Polizia economico finanziaria (Pef) di Napoli;
  • Compagnia di Capodichino.

L’intera attività è coadiuvata dalla Polizia metropolitana di Napoli e dai Vigili del fuoco, controllata dall’alto da un elicottero del Reparto Volo della polizia.

Nuova piazza di spaccio scoperta col drone nel centro storico di Caivano

Il giorno prima del blitz, ossia giovedì 18 gennaio, i carabinieri hanno scovato un’altra piazza nel centro storico di Caivano, in via Cairoli, nata dopo i vari blitz al Parco Verde: 4 denunciati, 100 proiettili sequestrati insieme a 200 grammi di hashish e 34 mila euro in contanti.

I militari del nucleo investigativo di Castello di Cisterna hanno monitorato per molte ore la zona, mappandola con un drone.

La droga era venduta attraverso la feritoia di un portone verde di una corte condominiale.

Sgomberi in vista

L’area del Parco Verde di Caivano è particolarmente calda in questi giorni anche per la questione degli sgomberi degli immobili.

Per la Prefettura, citata dall’Ansa, è “ancora in fase di valutazione”: si tratta di un’ipotesi di studio relativa al miglioramento della qualità della vita dei residenti dopo i recenti fatti di cronaca, su tutti le violenze sessuali ai danni di due bambine di 10 e 12 anni.

Le ordinanze di sgombero sarebbero 250 e interesserebbero circa 450 persone.

maxi-blitz-parco-verde-caivano Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,