,,

Caso Mauro Romano: l'appello della madre allo sceicco Al Habtoor

La madre di Mauro Romano, il bimbo di 6 anni scomparso a Racale nel 1977, ha lanciato un appello in tv

Continuano a rimanere accesi i riflettori sul caso Mauro Romano, il bambino di 6 anni scomparso a Racale, nel Salento, nel 1977. La madre del bimbo, Bianca Colaianni, è convinta che il figlio possa essere lo sceicco arabo Al Habtoor. A ‘Pomeriggio Cinque’ la donna ha dichiarato: “Vorrei dirgli di tornare a casa, di mettere le cose a posto e poi di continuare la sua vita. Non voglio imprigionarlo, è un uomo. Quindi faccia l’uomo”.

All’inviata del programma, Bianca Colaianni ha spiegato di aver riconosciuto in una fotografia di Al Habtoor gli stessi occhi e le due cicatrici che aveva suo figlio Mauro: “L’ho riconosciuto nel ’99 su un giornale”, ha detto.

La mamma di Mauro Romano ha aggiunto: “Per poter credere che sia morto, devo vedere le ossa di mio figlio“.

La donna si è anche detta pronta, “se necessario”, ad andare negli Emirati Arabi.

Bianca Colaianni ha poi preso in considerazione l’ipotesi che la sua teoria sia sbagliata: “In quel caso sarei pronta a chiedere scusa al padre e a tutta la sua famiglia”.

Caso Mauro Romano: il maxi risarcimento

In attesa di sviluppi dagli Emirati Arabi, intanto, la famiglia di Mauro Romano ha chiesto al presunto rapitore del figlio un risarcimento da 2,5 milioni di euro. Lo ha riportato il ‘Corriere della Sera’.

Il principale accusato, è un ex barbiere, all’epoca amico di famiglia, indagato dalla procura di Lecce per sequestro di persona.

Secondo l’accusa l’uomo, che Mauro chiamava “zio”, avrebbe rapito il bimbo 44 anni fa, portandolo con la sua Apecar nella casa di villeggiatura per poi consegnarlo a due persone rimaste ancora ignote.

VirgilioNotizie | 15-04-2021 09:53

Mohammed Al Habtoor Fonte foto: Getty Images
,,,,,,,