,,

Maturità, tutte le novità: obbligatorie le prove Invalsi

Diffusa dal Miur la circolare con le novità per l'esame di Stato 2020, rabbia dell'Unione degli Studenti per l'obbligatorietà delle prove Invalsi

Importante novità per la Maturità di giugno 2020: aver sostenuto le prove Invalsi durante l’ultimo anno scolastico, oltre al requisito della frequenza scolastica e del profitto e dell’alternanza scuola-lavoro, diventa un elemento necessario per l’ammissione all’esame di Stato. Lo ha reso noto il Ministero dell’Istruzione nella circolare diffusa oggi.

Le altre novità contenute nella circolare erano già state annunciate dal ministro Lorenzo Fioramonti: ritorna la traccia di storia nella prova di italiano e viene eliminato il sorteggio delle tre buste all’orale.

Il sorteggio stile quiz era uno degli elementi che più aveva fatto discutere la passata riforma della Maturità. Con la novità introdotta ora il colloquio orale prenderà avvio con l’analisi da parte dello studente dei materiali preparati dalla commissione.

Per quanto riguarda l’ammissione all’esame di Stato, non conterà il punteggio ottenuto all’Invalsi, ma solo il fatto di aver sostenuto la prova. I test Invalsi si svolgeranno a marzo 2020.

L’obbligo dell’Invalsi era già previsto dal decreto legislativo sulla revisione degli esami di Stato del 2017, ma l’allora ministro dell’Istruzione Marco Bussetti l’anno scorso aveva deciso di rinviarne l’obbligo di un anno. Ora dunque si è imposta l’applicazione, per evitarla era necessaria una nuova norma che avrebbe dovuto modificare il decreto Bussetti.

Invalsi obbligatorie, la rabbia degli studenti

Giulia Biazzo, coordinatrice nazionale di Unione degli Studenti, ha manifestato la rabbia del movimento dopo la decisione del ministro Fioramonti: “Siamo totalmente contrari all’obbligo di alternanza e Invalsi per l’ammissione, pronti a scendere in piazza. Fioramonti ritiri subito la circolare, l’obbligo è del tutto ingiusto e inutile“.

“È una scelta antidemocratica che va contro tutte le rivendicazioni degli studenti sull’Esame di Stato. Anche i Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (l’ex alternanza scuola-lavoro) rischieranno di essere incompatibili con un buon esame di Stato perché non sono condivise con le rappresentanze studentesche e spesso risultano del tutto inutili per la nostra formazione. Così come le prove INVALSI non hanno alcuna utilità per valutare le nostre conoscenze, come denunciamo da anni insieme ad un’ampia parte della comunità scientifica internazionale” ha detto la coordinatrice, come riportato da Ansa.

Gli studenti, secondo quanto sottolineato da Giulia Biazzo, sono pronti alla rivolta nel caso in cui le prove Invalsi non vengano abolite: “Il Ministro ritiri subito la circolare o scenderemo in piazza in tutta Italia contro questa ennesima riforma che non rispetta i diritti e la formazione degli studenti!”.

VirgilioNotizie | 25-11-2019 19:06

maturita Fonte foto: Ansa
,,,,,,,