,,

Maturità, la decisione del Tar sulle mascherine tra scritti e orale: cosa succederà all'esame

Pochi giorni alla maturità e arriva la decisione sulle mascherine: obbligatorie agli scritti, cambia la situazione all'orale

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Il prossimo 22 giugno prenderanno il via gli esami di maturità, con la prima prova scritta di italiano che verrà seguita, il giorno dopo, dalla prova di indirizzo. Per il terzo anno di fila, però, a far compagnia agli studenti ci sarà anche lo spauracchio Covid-19 e dunque ci si è interrogati sull’obbligatorietà della mascherina per la durata delle prove. La decisione finale è arrivata dal Tar del Lazio, che ha reso noto quando e perché sarà obbligatorio o meno utilizzare il dispositivo di protezione individuale. Ma sulla questione si è espresso anche il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, facendo una precisazione in merito all’esame orale.

Mascherine, la decisione per la maturità

Secondo quanto disposto dal Tar del Lazio, l’uso delle mascherine sarà obbligatorio nel corso degli esami di maturità. Ma ci saranno delle eccezioni.

Infatti il dispositivo di protezione dovrà obbligatoriamente essere indossato nel corso delle due prove scritte, mentre per l’orale la situazione cambia. Come svelato, gli studenti dovranno accedere all’istituto con la mascherina, ma poi in sede di colloquio d’esame potranno toglierla e parlare in libertà.

Mascherine, l’indicazione del ministro Bianchi

Ma a dare un’ulteriore indicazione, sulla necessità di tenere indossata o meno la mascherina durante la prova orale, ci ha pensato il ministero dell’Istruzione, Patrizio Bianchi: “Il presidente della Commissione decide se all’orale si può abbassare la mascherina” ha dichiarato all’Ansa.

“Se si è abbastanza lontano, se c’è un’aula molto grande, va benissimo, altrimenti potrebbe essere un problema; è il presidente che decide e va rispettato. Domandate al vostro presidente: dirà sì o no e giustificherà la scelta”.

Maturità, la decisione del Tar sulle mascherine tra scritti e orale: cosa succederà all'esameFonte foto: ANSA

 

Differenza tra scritti e orali

“Per gli scritti è una questione di rispetto indossare una mascherina chirurgica anche rispetto a chi ha fragilità, per gli orali è un falso problema” ha detto la presidente Anp Lazio Cristina Costarelli.

Come detto, la mascherina sarà obbligatoria agli scritti ma non agli orali. Tutti si chiedono il perché di questa differenza, con Costarelli che ha spiegato all’Ansa: “Se gli edifici scolastici fossero vivibili, provvisti di condizionamento dell’aria come tutti gli uffici pubblici, questo problema non ci sarebbe. È terribile che la scuola non abbia avuto questa attenzione, visto che il caldo ormai si soffre da maggio a settembre. E quindi parlare sempre di mascherina a scuola sembra un tema di distrazione di massa rispetto ai temi veri, l’areazione e il condizionamento dell’aria”.

Agli orali, invece, il problema non si pone: “Il candidato sarà a due metri di distanza dalla commissione”.

Maturità, le date degli esami

Mancano ormai poche settimane al via degli esami di maturità. Come detto, la prima prova sarà mercoledì 22 giugno 2022 e sarà uguale per tutti gli istituti d’Italia trattandosi della prova di italiano. La seconda prova, invece, sarà il giorno successivo (giovedì 23 giugno) e riguarderà le materie di indirizzo.

L’esame orale, invece, prenderà il via il lunedì successivo alla prima prova, dunque da lunedì 27 giugno 2022, con l’obiettivo di chiudere la pratica entro e non oltre la prima settimana di luglio.

maturita Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,