,,

Salvini vede Zingaretti: segnali di apertura. Cosa si sono detti

Matteo Salvini ha incontrato Nicola Zingaretti nell'ottica di instaurare un clima collaborativo nel nuovo governo: cosa si sono detto

Vertice inaspettato tra Matteo Salvini e Nicola Zingaretti. Il leader della Lega ha avuto un confronto di trenta minuti con il segretario del Partito Democratico a Montecitorio. Lo ha confermato lo stesso capo politico del Carroccio uscendo dalla Camera: “Incontro tutti i segretari di maggioranza – ha spiegato ai cronisti dell’Ansa -. Abbiamo parlato di lavoro, del blocco dei licenziamenti, prevenire è meglio che curare Devo sentire anche i Cinquestelle, Forza Italia, Renzi, perché dobbiamo lavorare insieme“.

Incontro tra Salvini e Zingaretti: cosa si sono detti

L’incontro tra Lega e Pd rappresenta il primo tentativo di stare nella maggioranza con uno spirito collaborativo: il vertice è andato bene, come testimoniano le stesse parole del leghista.

Matteo Salvini, intervenuto a “The Breakfast Club” su Radio Capital, ha spiegato così l’incontro con il segretario dem: “Con Zingaretti abbiamo parlato di lavoro, ci sono 140 crisi aziendali e sono ferme da mesi, il 31 marzo c’è lo sblocco dei licenziamenti: o si interviene per tempo o sarà il caos”.

“Questo – ha precisato – è il momento di deporre l’ascia di guerra. Con un milione di posti di lavoro già saltati, penso che la politica debba usare il tempo per risolvere i problemi. Il ministro Speranza ha vissuto un anno sotto pressione, non lo invidio, cercheremo di sostenerlo da tutti i punti di vista”.

Vertice Lega-Pd, il nodo Arcuri

I nodi, mentre sale la tensione nella maggioranza per il dibattito sulle misure anti-Covid, restano quelli del ruolo di Domenico Arcuri e della composizione del Cts, principale bersaglio di Forza Italia e Lega.

“Arcuri? So che il presidente Zaia sta provvedendo di suo a cercare di portare in Italia decine di milioni di vaccini, altrimenti non ne usciamo più”, ha spiegato Matteo Salvini. “I vaccini dovrebbero essere garantiti da Arcuri, ma se li garantisce come ha garantito l’apertura delle scuole e le mascherine, allora aiutarlo sarà un dovere. Uno che prepara un bando da decine di milioni di euro per i capannoni per fare i vaccini quando mancano i vaccini è come comprare la casa e partire dal caminetto quando manca ancora la cucina”.

VirgilioNotizie | 16-02-2021 10:13

Governo Draghi, il programma in 7 punti: le nuove riforme chiave Fonte foto: ANSA
Governo Draghi, il programma in 7 punti: le nuove riforme chiave
,,,,,,,