,,

Matteo Renzi accusa i magistrati, arriva la risposta dell'Anm

L'ex premier ribadisce la sua posizione nei confronti della magistratura e dell'inchiesta sulla Fondazione Open

Il fondatore di Italia Viva Matteo Renzi, nell’occhio del ciclone per l’inchiesta sulla Fondazione Open, ha ribadito su Facebook la sua posizione riguardo le dichiarazioni sui magistrati fatte durante una conferenza stampa che hanno fatto molto discutere alleati e opposizione. Non si è fatta attendere la risposta dell’Associazione nazionale magistrati.

Lo sfogo di Matteo Renzi contro la magistratura

“Quello che sta accadendo in queste ore è molto interessante”, ha scritto l’ex premier sul social. “Ho parlato in conferenza stampa non per attaccare la magistratura ma per difendere la politica. Ho posto una legittima domanda: i magistrati hanno il potere di trasformare le fondazioni in partiti?”.

“La risposta è stata la casuale diffusione di una velina su una mia vicenda privata. Coincidenze, si capisce”, ha aggiunto, riferendosi ai soldi ricevuti dalla madre di un finanziatore della Fondazione Open per l’acquisto di una casa.

“Se ci pensate bene, scorre un brivido lungo la schiena. Io sono un personaggio pubblico e posso rispondere. Ma vi sembra normale una cosa del genere? Che poteri ha un normale cittadino quando subisce una intrusione nella sua sfera personale così forte?”, ha chiesto ancora ai suoi follower.

“Intanto sporgo denuncia penale per sapere chi ha diffuso questa notizia: sono certo che la Procura di Firenze sarà tempestiva nell’indagare sui colpevoli”, ha proseguito. “Quanto alla vicenda di casa mia: non c’entra niente con la fondazione. Ma non ho problemi ad essere trasparente su tutti i fatti miei. Io sono un libro aperto: male non fare, paura non avere“.

“Ho comprato casa a Firenze per 1.300.000 euro e ho venduto la mia casa di Pontassieve per 830.000 euro“, ha spiegato Matteo Renzi. “Prima che si perfezionasse la vendita – in attesa di avere la disponibilità finanziaria – ho chiesto un prestito nel giugno 2018 a una conoscente, prestito che ho prontamente restituito nel novembre dello stesso anno”.

Si sarebbe trattato di un “prestito personale, con sottoscrizione di una scrittura privata: una cosa del tutto legittima e ineccepibile. Prestito restituito in meno di cinque mesi. Ovviamente tutto tracciato con bonifico. Ho poi acceso un mutuo di 1.000.000 di euro che sto pagando con la mia indennità parlamentare”.

“Per completare le informazioni”, ha proseguito Matteo Renzi, “grazie ai proventi personali regolarmente registrati, ho dichiarato 830.000 euro nel 2018 e dichiarerò oltre 1.000.000 di euro nel 2019. Nel 2019 ho pagato per adesso circa mezzo milione di euro di tasse. Questo per rispondere a chi dice che vivo di politica”.

“Mi stupisce che davanti a una mia legittima domanda politica la reazione sia far trapelare una notizia che non avrebbe dovuto essere pubblica. Ma io non ho niente da nascondere. E soprattutto non ho paura di niente e di nessuno”, ha aggiunto.

“Ora che ho chiarito tutti i miei dati economici personali, che NIENTE hanno a che vedere con la Fondazione Open, posso ripetere la domanda: chi decide in Italia che cosa è un partito e cosa no? Vi rendete conto che c’è una invasione di campo oppure no? Chi fonda i partiti: i politici o i magistrati?”, ha concluso Matteo Renzi.

L’Associazione nazionale magistrati risponde a Matteo Renzi

L’Anm ha fatto sapere attraverso una nota pubblicata dall’Ansa che “respinge con fermezza l’ennesimo attacco all’autonomia indipendenza della magistratura e esprime piena solidarietà ai magistrati fiorentini”.

Senza mai riferirsi direttamente a Matteo Renzi, l’Anm ha definito “gravissime le dichiarazioni di un esponente delle istituzioni che, per reagire ad un’iniziativa giudiziaria, attacca personalmente i magistrati titolari dell’indagine, esprimendo indignazione“.

“Se il tentativo è quello di intimidire i magistrati, è e resterà vano”, ha avvertito la giunta dell’Associazione nazionale magistrati.

VIRGILIO NOTIZIE | 27-11-2019 22:40

Matteo Renzi, alla Leopolda è bagno di folla: le immagini Fonte foto: Ansa
Matteo Renzi, alla Leopolda è bagno di folla: le immagini
,,,,,,,