,,

Massimo Ghini attaccato sui social per la disavventura del figlio

Massimo Ghini, dopo aver raccontato la brutta esperienza del figlio positivo al Covid, è stato bersagliato sui social

Massimo Ghini, dopo aver dato notizia sui social della polmonite bilaterale che ha colpito il figlio Lorenzo positivo al Covid, ha raccontato al Corriere della Sera di essere stato bersagliato dagli utenti. “Sono stato preso di mira sui social: sono arrivati a dire che sono il solito pazzo che, pur di farsi pubblicità, tira fuori la storia del figlio! Roba da matti! Un tizio ha scritto addirittura che sono un padre che abbandona i figli e che Lorenzo dovevo ‘educatamente incatenarlo a casa‘… La gente non sa proprio quello che dice”.

L’attore 66enne, nel chiarire le motivazioni che l’hanno spinto a raccontare la brutta esperienza del figlio (che ora sta guarendo), ha voluto precisare che il suo era un avvertimento per gli altri genitori. “Ho creduto giusto allertare gli altri genitori, come a dire: tenete alto il livello di attenzione, il controllo, perché non è vero che i giovani sono immuni e, nonostante le varie precauzioni, può succedere quello che è capitato a noi”, ha detto Ghini.

Poi ha raccontato come è avvenuto il contagio: “In questo periodo di clausura ha deciso con altri quattro amici di prendere in affitto un appartamento per condividere il condivisibile: che so… vedersi insieme una partita, giocare alla playstation… Insomma, cercava un po’ di libertà”.

Ma nonostante avessero tutti fatto preventivamente il tampone rapido, che era risultato negativo, Lorenzo ha comunque contratto il virus: “A un certo punto mi telefona, dicendo che non si sentiva bene – ha spiegato Ghini – e, quando ha scoperto di essere positivo, ha deciso di non tornare a casa, per non creare problemi in famiglia. Quindi ho consultato un nostro amico medico che, quando ha capito i sintomi, ha deciso subito di mandargli un’ambulanza e trasferirlo in ospedale: gli è stata diagnosticata una polmonite bilaterale”.

Adesso il 25enne sta facendo la quarantena in un Covid hotel, dopodiché tornerà a casa. Massimo Ghini ha voluto quindi sottolineare che “non è vero che i giovani sono immuni e, nonostante le varie precauzioni, può succedere quello che è capitato a noi”. Un appello che però non è piaciuto ad alcuni utenti.

VirgilioNotizie | 26-02-2021 09:58

Covid, gli esperti più affidabili e i più noti: il sondaggio Fonte foto: ANSA
Covid, gli esperti più affidabili e i più noti: il sondaggio
,,,,,,,