,,

Marco Melandri contagiato di proposito per evitare il vaccino Covid: è "bufera". L'avvertimento di Sibilia

Il noto motociclista ha ammesso di aver cercato il contagio per evitare di essere vaccinato contro il Covid-19

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Marco Melandri ha fatto di tutto per farsi contagiare dal coronavirus ed  evitare di ricevere il vaccino contro il Covid-19. Lo ha svelato lo stesso ex pilota della MotoGp, in un’intervista esclusiva rilasciata al sito MOW: “Ho preso il virus perché ho cercato di prenderlo, e, al contrario di molti vaccinati, per contagiarmi ho fatto una fatica tremenda” ha detto il 39enne.

Marco Melandri contagiato di proposito per evitare il vaccino anti-Covid: i motivi

Ho fatto apposta per potere essere in regola almeno per qualche mese e non è stato nemmeno facile” ha ammesso il noto motociclista di Ravenna. “Mi sono dovuto contagiare per necessità, dovendo lavorare e non considerando il vaccino un’alternativa valida” ha detto ancora.

La versione riportata sui social quando ha comunicato di essere infetto non faceva cenno alla volontarietà del suo gesto, ma era piuttosto una polemica sul fatto di essere stato contagiato da una persona con due dosi di vaccino.

“POSITIVO!!” aveva scritto sul suo profilo Instagram. “Contagiato da un 2 dosi… Se fosse successo il contrario???? Per me esistono solo Negativi o Positivi, non esistono distinzioni e lo dice l’andamento dei fatti, cosi come che i nostri diritti non esistono più! Se fate i bravi vi lasciano una carta verde dove avete il ‘beneficio’ di poter lavorare e poter studiare… Stiamo scherzando??? Mi sono esposto contro il Green Pass e sono stato etichettato ‘complottista, No Siringa, Terrapiattista’.. Non sono niente di tutto questo ma solo per la libertà di scelta, come la nostra costituzione vuole, anzi vorrebbe…” ha scritto nel post, a corredo dell’immagine del tampone positivo.

Marco Melandri contagiato di proposito per evitare il vaccino anti-Covid: le rivelazioni dell'ex pilota MotoGp
Marco Melandri (a destra) insieme ad Alvaro Bautista sul podio della Superbike nel 2019

Melandri contagiato di proposito per evitare il vaccino: la risposta a chi lo accusa di essere un No vax

Di fronte alle accuse di essere un No vax, nell’intervista Melandri ha risposto: “Io non ho niente contro i vaccinati, come chiaramente non ho nulla contro i non vaccinati. Io sono contro le violazioni della libertà. La Costituzione ci dice che siamo liberi di scegliere e di sceglierci con cosa curarci, mentre questo Governo ci ha definitivamente c****o sopra. E sono molto preoccupato per il prosieguo”.

Il primatista italiano in Superbike e campione mondiale della classe 250 nel 2002, si è schierato dalla parte di Novak Djokovic sul caso che ha travolto il tennista all’Australian Open, anche lui contro il vaccino: “Uno dei più importanti tornei del mondo non poteva non avere il numero uno e quindi sono stati loro a fare di tutto per farlo entrare. Poi è subentrata la politica, perché la questione non ha nulla a che fare con la salute. Conseguenze per la carriera? Credo se ne freghi altamente e lo stimo tanto perché ha dei valori ed è giusto così, perché questa non è più un’emergenza sanitaria, è solo una faccenda politica

Melandri contagiato di proposito per evitare il vaccino: le sue condizioni

Melandri ha poi rivelato le sue condizioni, senza rinunciare ai toni polemici contro il green pass: “Sto bene, fin dall’inizio del tutto asintomatico. Sono già negativo da un po’ di tempo, ma chi non ha il green pass deve comunque rimanere in castigo per dieci giorni (se non hai la tesserina verde devi rimanere a casa in punizione di più). Se non mi avesse chiamato un ragazzo per dirmi che era positivo dopo essere stato a contatto con me non me ne sarei nemmeno accorto”.

“Conosco molte persone con due dosi che provano a infettarsi per evitare la terza. Comunque per me il green pass era e rimane un ricatto – ha dichiarato ancora – lo userò solo per lavoro e se devo accompagnare mia figlia. Sono disposto a utilizzarlo solo per lo stretto necessario”.

Caso Marco Melandri: la reazione del sottosegretario Sibilia

Le dichiarazioni di Marco Melandri hanno creato molto scalpore sui social network.

Sulla vicenda è intervenuto, con un tweet, anche il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia: “Ringrazio Marco Melandri per l’auto denuncia pubblica. Le forze dell’ordine verificheranno l’accaduto. Al di là dei profili penalistici su cui valuterà l’autorità giudiziaria, il comportamento e il messaggio sono senza dubbi indegni e pericolosi”.

Marco Melandri alla manifestazione No Green pass a Milano

Nel pomeriggio di sabato 15 gennaio, Marco Melandri ha partecipato alla manifestazione No Green pass organizzata a Milano.

Sul palco, ha detto: “Ho sempre inseguito il mio sogno, tutti i giorni, stando in mezzo alla gente. Dobbiamo riprenderci la libertà. Dobbiamo dare la libertà ai ragazzi di fare sport, non possiamo negarglielo”.

E ha aggiunto: “Voglio guardare in faccia mia figlia”.

Fake news sui vaccini, interviene l'Iss: il nuovo vademecum Fonte foto: ANSA
Fake news sui vaccini, interviene l'Iss: il nuovo vademecum
,,,,,,,