,,

Maltempo, frane e allagamenti: due morti in Friuli e Toscana

Un uomo è morto in Friuli dopo aver percorso una strada chiusa al traffico, in Toscana un motociclista è caduto in un fiume

Il maltempo che sta imperversando in queste ore sull’Italia ha provocato due vittime. La prima in Friuli Venezia Giulia, tra Zoppola e Cordenons, in provincia di Pordenone. Stando a quanto riferito da ‘Ansa’, attorno all’1 e 30 di notte, un uomo ha oltrepassato la sbarra che, già da venerdì, impedisce l’utilizzo di una strada, convinto di poter guadare il torrente e poter raggiungere l’altra sponda nonostante la presenza di una notevole quantità d’acqua sulla carreggiata. Purtroppo, però, non ce l’ha fatta.

Quando l’uomo ha capito di essere rimasto intrappolato, ha chiesto aiuto ai soccorritori telefonando alla Centrale operativa unica.

I Vigili del Fuoco sono arrivati tempestivamente sul posto e hanno provato a salvarlo, ma la furia delle acque ha trascinato via l’auto, impedendo ai soccorritori di raggiungerlo.

Sono in corso le operazioni di recupero del veicolo, con all’interno il conducente (che nella telefonata al 112 aveva riferito di essere da solo).

Le operazioni sono condotte dalle squadre Speleo alpino fluviali dei pompieri e dai sommozzatori giunti da Trieste.

Inoltre, come riporta sempre ‘Ansa’, un altro automobilista è stato salvato dai Vigili del fuoco che lo hanno recuperato con l’elicottero dopo che ha cercato di guadare il fiume Meduna all’altezza di Rauscedo di San Giorgio della Richinvelda (Pordenone), a pochi chilometri in linea d’aria da dove nella notte è morto l’altro uomo.

Maltempo, una vittima in Toscana

Nel comune di Firenzuola, in Mugello, un motociclista è stato trovato morto in seguito alla caduto nel fiume Santerno, nei pressi del ponte di Cornacchiaia.

Secondo la ricostruzione riportata da Ansa, il motociclista stava viaggiando lungo il greto del fiume quando, perso il controllo della moto, è finito in acqua senza più riemergere.

Sono state tratte in salvo dai vigili del fuoco due persone che erano rimaste intrappolate all’interno del proprio vettura nel torrente Maiano, a Magliano in Toscana (Grosseto). Una squadra fluviale dei pompieri, a bordo di un gommone, ha raggiunto le due persone bloccate nella macchina e li ha portati in salvo. Entrambe le persone sono incolumi.

Maltempo, sfollati e isolati in Liguria

L’Ansa riferisce che è stata riaperta stamani alle 9, dopo le verifiche di sicurezza, la A6 chiusa ieri per l’allerta rossa. Dopo le piogge intense di ieri, diverse località in Liguria sono rimaste isolate per frane e smottamenti.

Fino alla tarda sera di ieri la situazione più grave era a Badalucco, con 800 abitanti isolati, ma dopo l’intervento dei vigili del fuoco e della protezione civile il collegamento è stato riaperto: sono stati sfollati 6 residenti.

Nel Comune di Follo in val di Magra, in località Torenco, si è riattivata la frana sull’unica strada di collegamento: attualmente sono isolate circa 70 persone. Anche a Chignero, nel Comune di Rapallo, sono 70 gli abitanti isolati. Una nuova frana stamani a Bolzaneto ha isolato 25 persone.

Nelle scorse ore, nella provincia di Imperia, si è registrata l’esondazione del torrente Armea, tra Biesse Laterizi e il ponte di ferro. Esondato anche il torrente Argentina, in regione Prati, a Riva Ligure: 36 persone sono state sfollate per ore.

Maltempo, crolla tratto di statale nel Senese

A causa del maltempo è crollato un tratto della statale 2 Cassia tra Abbadia San Salvatore e Radicofani, in provincia di Siena: nessuno automobilista è rimasto coinvolto. “La strada è interrotta e anche le strade provinciali intorno versano in condizioni di difficoltà – ha detto il governatore Enrico Rossi su Facebook  – Oggi stesso ho deciso di proclamare lo stato d’emergenza e lunedì faremo un summit con Anas, Provincia e Comuni, e dipartimenti regionali. Faremo tutto il possibile per risolvere il problema e ridurre i disagi”.

In una nota Anas aggiunge che a seguito della “provvisoria” chiusura della statale in entrambe le direzioni “dal km 144,800 al km 152,500 a Radicofani (Siena) a causa di una frana”, il traffico è deviato sulla strada provinciale 321 in direzione Celle sul rigo, in direzione Radicofani sulla strada provinciale 478 e sulla strada provinciale 24.

A causa del forte vento alcuni voli in arrivo all’aeroporto Vespucci di Firenze sono stati dirottati, con conseguenti ripercussioni anche per le previste ripartenze.

Maltempo in Campania: esonda il lago Patria

Allagamenti e disagi anche in Campania, in particolare nel Casertano e nella zona del Lago Patria. La situazione più grave si è verificata nella zona del Lago Patria: sul versante di Giugliano diverse sono le strade allagate. Inondata dalle acque la Circumlago che è stata interdetta al traffico. La chiusura riguarda sia il versante del lago che ricade nel comune di Giugliano sia quello ricadente nel territorio di Castelvolturno.

L’esondazione, secondo i controlli effettuati dai tecnici e dalla Polizia Municipale del comune di Giugliano, è dovuta al blocco della foce per l’ammasso di detriti e sabbia trasportati dalle mareggiate e ricadenti nel comune di Castelvolturno.

Nel Casertano, invece, si sono verificate diverse frane nel territorio di Roccamanfina: in particolare a Sessa, Marzano, Conca, Teano e Campagnola.

In costiera Amalfitana una frana è stata provocata dalla pioggia abbondante a Ravello (Salerno). Diverse le situazioni critiche in tutta la zona e a Cetara un’ esondazione sta interessando il centro del paese.

Maltempo, acqua alta a Venezia

A Venezia, l’acqua alta si è presentata anche oggi, sabato 21 dicembre, toccando i 120 centimetri sul medio mare alle ore 7.40 al di sotto di una previsione, stimata ieri dal Centro maree del Comune, in 130 centimetri.

Si tratta, spiega ‘Ansa’, di una marea comunque molto sostenuta, codice arancio, che ha interessato tra il 37% e il 46% del suolo del centro storico lagunare a cominciare da Piazza San Marco.

Il fenomeno si ripresenterà domani, secondo il Centro maree del Comune di Venezia, quando è prevista un’acqua alta di 130 centimetri sul medio mare alle ore 7.35. Anche in questo caso si prevede un codice arancio.

VIRGILIO NOTIZIE | 21-12-2019 10:17

Maltempo: disagi da Nord a Sud, un morto in Friuli Fonte foto: Ansa
Maltempo: disagi da Nord a Sud, un morto in Friuli
,,,,,,,