,,

Malore per Stefano Tacconi, l'affetto dei figli. Cosa è successo la sera prima del malore

Stefano Tacconi è ricoverato in prognosi riservata all'ospedale di Alessandria, nel reparto di neurochirurgia. Cos'è successo la sera prima del malore

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Preoccupano le condizioni di salute dell’ex portiere e capitano della Juventus e della Nazionale Stefano Tacconi, ricoverato sabato 23 aprile in prognosi riservata all’ospedale di Alessandria, dopo un malore sopravvenuto mentre si trovava ad Asti.

Malore per Stefano Tacconi, i messaggi d’affetto dei figli

Andrea Tacconi, figlio dell’ex sportivo, ha pubblicato una storia su Instagram dedicando un pensiero al padre: “Riprenditi papi, sei un leone, vincerai anche questa battaglia”. Anche la figlia Virginia Tacconi ha condiviso una foto in cui abbraccia il papà, con la scritta: “Torna da me”.

Tacconi è circondato dall’affetto e gli auguri di tutto il mondo del calcio, dei suoi familiari e non solo. C’è grande apprensione ma la speranza è che l’ex portiere possa rimettersi presto.

Malore per Stefano Tacconi, il racconto del ristoratore

Tutto è iniziato la sera di venerdì 22 aprile, dopo una cena in un ristorante dell’Astigiano di cui Stefano Tacconi era frequentatore. Si trovava lì in occasione di una cena benefica per raccogliere fondi per il comitato locale della Croce Rossa Italiana.

Il ristoratore, contattato dal Corriere della sera, ha raccontato gli ultimi istanti di Tacconi prima che si sentisse male e lasciasse il locale: “Ha trascorso una splendida serata in compagnia di Andrea, il figlio. Nessuno di noi poteva pensare in quel momento che potesse stare male“.

Stefano TacconiFonte foto: ANSA
Stefano Tacconi in una foto del 2018

Il titolare del ristorante ha aggiunto: “Ha mangiato leggero e gustato i nostri piatti. Stava bene e scherzava con tutti noi. Ha anche firmato le copie del libro e rilasciato alcune interviste. Poi, attorno all’ 1.30 è andato a riposare”.

La mattina successiva, ha proseguito il ristoratore, Tacconi “ha preso un caffè verso le 10. Ha detto di non sentirsi molto bene. Aveva mal di testa e ha chiesto un analgesico. Proprio come fa chi ha un fastidio. Poi lui ed Andrea sono partiti per Asti”.

Stefano Tacconi, lo svenimento e il ricovero

Poco dopo, però, il malessere è peggiorato e Tacconi ha perso i sensi. A quel punto sono scattati i soccorsi, e lo sportivo è stato portato al pronto soccorso di Asti per accertamenti; successivamente, poi, è stato trasferito al reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Alessandria, dove è tuttora ricoverato in prognosi riservata.

Inizialmente si era creduto che il ricovero fosse avvenuto per un’ischemia (cos’è, cosa colpisce e quali sono i sintomi); nel pomeriggio di domenica, il bollettino medico ha reso noto che l’emorragia cerebrale è stata causata dalla rottura di un aneurisma.

tacconi Fonte foto: ANSA

Hai bisogno di etichette personalizzate?

,,,,,,,,