,,

Mali, liberati Padre Maccalli e Nicola Chiacchio

Due italiani, il sacerdote Pier Luigi Maccalli e Nicola Chiacchio, sono stati liberati in Mali: erano stati rapiti anni fa

Secondo quanto si apprende da fonti qualificate, sono stati liberati in Mali il sacerdote Pier Luigi Maccalli, sequestrato in Niger nel 2018, e Nicola Chiacchio. Padre Maccalli, della diocesi di Crema, fu rapito il 17 settembre del 2018 in Niger, in una missione a circa 150 km dalla capitale Niamey. Lo rende noto l’Ansa.

In aprile Avvenire aveva pubblicato un video in cui appariva il sacerdote lombardo prigioniero insieme a Chiacchio, del quale si erano si erano perse le tracce, forse rapito durante una vacanza.

L’identità dei due italiani liberati è stata confermata da un portavoce del governo maliano. L’annuncio giunge dopo che il governo ad interim del Mali ha rilasciato 100 jihadisti – sospettati o condannati – nel corso dell’ultimo fine settimana.

“Padre Pierluigi Maccalli e Nicola Chiacchio, rapiti in Africa tra il 2018 e il 2019, sono liberi e stanno rientrando in Italia! Grazie al nostro comparto di intelligence, in particolare all’Aise, e alla Farnesina per questo risultato”. Lo ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

Mali, due italiani liberati: la conferma della Farnesina

“I nostri connazionali Padre Pier Luigi Maccalli e Nicola Chiacchio sono stati liberati”, ha conferma la Farnesina in una nota.

“La liberazione – prosegue – è stata resa possibile grazie al prezioso lavoro del personale dell’Aise e di tutti i competenti apparati dello Stato, unitamente alla importante collaborazione delle autorità maliane. Il buon esito dell’operazione, oltre a mettere in luce la professionalità, le capacità operative e di relazione dell’intelligence, ha evidenziato anche l’eccellente opera investigativa dell’Autorità giudiziaria italiana ed il prezioso lavoro svolto dalle donne e degli uomini del ministero degli Affari Esteri e dell’intera Unità di Crisi della Farnesina”.

“Ancora una volta – conclude il Ministero degli Esteri – la proficua, corale e sinergica interazione tra le istituzioni dello Stato si è rivelata vincente, consentendo di raggiungere il primario obiettivo di riportare in Patria i nostri due connazionali”.

Italiani rapiti, le parole di Di Maio

“Una bella notizia: padre Pier Luigi Maccalli e Nicola Chiacchio sono finalmente liberi e stanno bene. Erano stati rapiti da un gruppo jihadista. Grazie alla nostra intelligence, in particolare all’Aise, e a tutti coloro che hanno lavorato per riportarli a casa”. Lo ha scritto su Twitter il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, dopo la liberazione dei due connazionali in Mali.

Mali, il rapimento del sacerdote Pier Luigi Maccalli

Padre Maccalli, della Società delle Missioni Africane (Sma), era stato rapito nella notte tra il 17 e il 18 settembre del 2018 da un nucleo jihadista a Gourmancè, in Niger.

Un gruppo di persone aveva irruzione nella sua abitazione, sequestrandolo. Portati via anche computer e cellulari.

Con lui, al momento dell’irruzione del commando, c’era un religioso indiano: aveva fatto in tempo a nascondersi.

VIRGILIO NOTIZIE | 08-10-2020 22:33

mali-italiani-liberati-padre-maccalli-nicola-chiacchio Fonte foto: IPA
,,,,,,,