,,

Maestra crede di avere il coronavirus e si lancia dalla finestra

Una donna di 45 anni a Roma ossessionata dal fatto di aver contratto il Covid-19 si è suicidata

Pensava di avere contratto il coronavirus, qualcosa per lei inaccettabile, al punto da farsi impossessare dal panico e lanciarsi dalla finestra di casa sua. Una maestra d’asilo di 45 anni e mamma di un bambino si è suicidata a Roma nel quartiere Portuense, lo riporta il Messaggero.

Maestra crede di avere il Covid-19 e si lancia dalla finestra: la storia

La donna non soffriva di depressione, nessun disturbo psichiatrico diagnosticato. Ma negli ultimi giorni avrebbe cominciato ad avvertire una tosse continua che cresceva insieme alla sua ossessione di essere stata contagiata dal Covid-19.

L’insegnante non poteva accettare di essersi ammalata anche perché sarebbe significato non potere tornare a fare il suo lavoro a scuola, alla riapertura il 14 settembre, dopo mesi passati in lockdown.

Sono stati inutili i tentativi del marito di tentare di tranquillizzarla. Prima con l’aiuto del medico di famiglia, che per telefono ha cercato di convincerla a non dare troppo peso a quei sintomi. Ma la donna non riusciva a calmarsi. Non restava che portarla in ospedale per effettuare il test per il coronavirus.

“Era sempre più preoccupata, ha continuato a parlare della malattia. A quel punto siamo andati a fare un tampone, l’ha fatto e continuava ad essere molto in ansia e strana”, avrebbe detto il marito, dopo la tragedia, agli agenti di polizia del commissariato di Monteverde.

La 45enne non è riuscita ad attendere l’esito di quel tampone. Lui passa la notte in bianco provando a rasserenarla fino a quando non si addormenta esausto. Al mattino presto la donna scrive un biglietto d’addio, accosta una sedia alla finestra e si lancia dall’appartamento al quinto piano.

Maestra crede di avere il Covid-19 e si lancia dalla finestra: le indagini

Un passante troverà il corpo della 45enne sull’asfalto. La procura sta indagando sulla versione dei fatti data dal marito, anche se è ritenuta concreta l’ipotesi dell’atto disperato. Il pubblico ministero Pierluigi Cipolla ha disposto l’autopsia e ha comunque aperto un fascicolo per istigazione al suicidio.

VIRGILIO NOTIZIE | 10-09-2020 07:38

polizia Fonte foto: Ansa
,,,,,,,