,,

Madre uccide le figliolette, ostacolo per la sua vita sessuale

La 23enne inglese adescava uomini online in cambio di denaro. Le bimbe erano diventate un ostacolo per la sua attività

Louise Porton, 23enne di Birmingham è stata condannata per aver ucciso le figlie Lexi Draper, di tre anni, e Scarlett Vaughan, di 17 mesi. Le piccole avrebbero intralciato la sua vita sessuale, e così la donna avrebbe deciso di soffocarle.

Le bambine sono morte in ospedale a 18 giorni di distanza per patologie respiratorie, causate da oggetti che impedivano il corretto funzionamento dei polmoni. Subito dopo il decesso della seconda figlia, sono partite le indagini.

La madre, riporta Il Messaggero, adescava uomini su siti di incontri e applicazioni, prostituendosi per poter fare shopping. Prendersi cura delle bambine era diventato un ostacolo per l’attività di Louise Porton.

Sul computer della donna sono state rinvenute ricerche su come soffocare e uccidere rapidamente una persona, oltre a conversazioni a sfondo sessuale avvenute subito dopo le morti delle due figlie. La donna avrebbe parlato apertamente della morte delle bambine con alcuni sconosciuti online, senza mostrarsi però particolarmente provata dal lutto.

Fino all’ultimo giorno del processo, durato 5 settimane, l’inglese ha negato di aver assassinato le bimbe. Sul suo profilo Facebook è ancora presente un’immagine con la foto delle piccole, con la frase: “Gli angeli di mamma. Mi siete state portate via troppo presto. Non verrete mai dimenticate. Riposate in pace”.

VIRGILIO NOTIZIE | 02-08-2019 12:20

louise-porton-uccide-figlie-sesso Fonte foto: ANSA
,,,,,,,