,,

Macron incontra Conte e Mattarella: la decisione sui migranti

L'appuntamento in Italia per parlare di immigrazione, Tav, Fincantieri e Fiat-Renault

Il presidente francese Emmanuel Macron ha incontrato nella serata di mercoledì a Roma il presidente Sergio Mattarella e il premier Giuseppe Conte a palazzo Chigi. Tra i temi affrontati nel corso dei due incontri, la questione dei migranti, ma anche l’alleanza STX-Fincantieri, la Tav Torino-Lione, il dossier Fiat-Renault.

Il premier Conte ha parlato in conferenza stampa: “Migranti? Voltare pagina, basta propaganda anti-europea. Molto lieto di ricevere Macron, nel primo incontro con un leader europeo dopo la formazione del nuovo governo”. “Ho avuto la piena disponibilità di Macron per un meccanismo europeo sugli sbarchi”, ha assicurato Conte, “sulla ridistribuzione e per un a gestione efficace dei rimpatri. Dobbiamo far uscire il tema da una propaganda anche anti-europea”. Sulla Libia, il premier ha parlato così: “Abbiamo convenuto che è fondamentale lavorare costruttivamente insieme e avere il medesimo obiettivo, coinvolgendo tutti i partner. L’obiettivo è la stabilizzazione del paese. Ho anticipato a Macron l’invito per tenere in Italia il prossimo vertice bilaterale. Lo faremo all’inizio del prossimo anno per rinsaldare anche gli intensi rapporti culturali”.

Poi ha preso la parola Macron, dicendo sì al meccanismo europeo automatico sugli sbarchi: “La soluzione al problema migratorio non è il sovranismo”, ha spiegato il presidente francese.”I Paesi che non accolgono i migrant siano penalizzati finanziariamente“. “Se sono qui oggi è per indicare chiaramente intenzione di lavorare insieme per il progetto europeo, lanciare un messaggio di amicizia forte e chiaro al popolo italiano dal popolo francese, l’amicizia franco italiana è indistruttibile, talvolta non siamo d’accordo può capitare che si litighi e non ci si capisca, ma ci si ritrova insieme sempre». Macron ha poi dimostrato apprezzamento per il lavoro di Mario Draghi: “Ha ragione, la politica monetaria ha fatto il massimo per evitare il peggio”.

La Libia, tra i temi principali dell’incontro a Palazzo Chigi tra il premier Conte e il presidente francese Macron, ha come nodo principale quello dei migranti economici, che sono la maggioranza degli arrivi. La questione, infatti, è stata al centro anche dell’incontro di Conte con il presidente del governo di Accordo nazionale libico al Sarraj, con l’obiettivo di rafforzare la cooperazione sui migranti e l’auspicio di una maggiore sinergia tra Libia e agenzia Onu.

Il viaggio del presidente francese, però, rappresenta anche un segnale della volontà di Parigi di rilanciare i rapporti tra i due Paesi dopo 14 mesi di tensioni diplomatiche con il precedente esecutivo gialloverde. L’intenzione è stata esplicitata anche dal ministro degli Esteri Jean-Yves Le Drian, secondo il quale il nuovo governo “appare più aperto nella sua dimensione europea, più determinato ad avere con la Francia relazioni più positive, più aperto anche all’attuazione di dispositivi migratori condivisi”. Un gesto di Macron a sostegno del nuovo esecutivo italiano era arrivato già durante il G7 di Biarritz, lo scorso 24 agosto, quando il presidente francese ha fatto capire che la svolta politica a Roma era ben vista da Parigi.

VIRGILIO NOTIZIE | 18-09-2019 21:00

Macron a Roma, l'incontro con Conte e Mattarella Fonte foto: Ansa
Macron a Roma, l'incontro con Conte e Mattarella
,,,,,,,