,,

M5s, rivolta in chat: spunta l'ipotesi delle dimissioni di massa

Dopo il patto proposto da Di Maio, in Umbria sale il malumore tra i grillini

In Umbria crescono i malumori all’interno del Movimento 5 stelle, dopo la proposta di Luigi Di Maio per un “patto civico” con il Pd alle regionali del 27 ottobre. Nella chat dei portavoce umbri, come riporta Adnkronos, spunta l’ipotesi di dimissioni di massa. A lanciare l’idea è stato il senatore Stefano Lucidi: “Se avessi in mano 33 lettere di dimissioni potenziali di tutti i portavoce, forse qualche info riuscirei ad ottenerla”.

Dalle conversazioni nella chat di M5s, emerge un malumore che accomuna tutti i portavoce comunali, regionali e nazionali in merito alla trattativa in corso con il Pd. “Ci facciamo usare”, scrive la deputata Tiziana Ciprini, “avanti tutta che dal 27 torniamo allo zero virgola”. Giudizi negativi anche sul nome scelto dal Pd prima di aprire la trattativa con M5s, Andrea Fora. Per il deputato Filippo Gallinella è stato “scelto a tavolino, senza senza condivisione”. Poi accusa: “L’hanno scelto Verini e la Sereni… e ho detto tutto”.

Il timore resta quello di non riuscire a presentare in tempo la lista. Secondo Lucidi, infatti, “è’ chiaro che arriveremo al punto in cui sarà troppo tardi”. Altri provano a sdrammatizzare, proponendo il nome dell’attrice Monica Bellucci, originaria di Città di Castello e commentano: “Penso l’abbiano chiamata ma la diaria regionale è troppo bassa”. La tensione, dopo le ironie, resta alta e una consigliera chiede: “Noi dobbiamo metterci la faccia senza sapere chi sarà il candidato presidente della coalizione e chi sarà in lista? Sempre se si farà”. La replica di Lucidi è secca: “Purtroppo è così”.

VIRGILIO NOTIZIE | 18-09-2019 20:09

Salvini e il referendum sulle elezioni: le reazioni dei politici Fonte foto: Ansa
Salvini e il referendum sulle elezioni: le reazioni dei politici
,,,,,,,