,,

M5S, così Grillo ha fermato il processo dei ministri a Di Maio

Spunta un retroscena sulle recenti tensioni interne al Movimento 5 Stelle

Spuntano nuovi retroscena sull’incontro tra Luigi Di Maio e Beppe Grillo avvenuto sabato scorso, che ha consolidato la leadership dell’attuale ministro degli Esteri all’interno del Movimento 5 Stelle. In particolare, è il ‘Corriere della Sera’ a rivelare quanto accaduto nei giorni precedenti quell’incontro e ad affermare che Grillo, col suo nuovo endorsement a Di Maio, ha fermato i ministri nel processo a Di Maio salvando, così, il M5S e il governo Conte Bis.

Pochi giorni prima che Grillo arrivasse a Roma si sarebbe tenuto un incontro durante cui il sottosegretario alla Presidenza Fraccaro e il Guardasigilli Bonafede avrebbero apertamente puntato l’indice contro Di Maio, accusato di aver accumulato troppi errori e troppi incarichi.

Al termine di quello che il ‘Corriere della Sera’ ha definito un “autentico processo politico“, alla presenza di altri importanti esponenti M5S (dal ministro Spadafora alla Taverna, passando per Di Battista), Di Maio avrebbe rinfacciato ai suoi accusatori di averlo offeso personalmente, con toni violenti ed espressioni ritenute ingiuriose.

Di fatto, scrive il ‘Corriere della Sera’, dopo questo “processo politico” la delegazione 5S al governo non esisteva più. Beppe Grillo si è così assunto l’onere di placare gli animi nel Movimento 5 Stelle e di tranquillizzare anche Nicola Zingaretti, prima di uscire allo scoperto in pubblico in difesa di Luigi Di Maio.

Inoltre, nella giornata di ieri, Grillo avrebbe imposto al portavoce del Presidente del Consiglio di smentire manovre di Conte contro il leader M5S.

Intanto, tra i Cinque Stelle, stando a quanto riporta il ‘Corriere della Sera’, ci sarebbe chi teorizza che l’esecutivo “potrà arrivare fino a primavera”.

VIRGILIO NOTIZIE | 27-11-2019 12:09

Governo Conte Bis, chi sono gli esponenti più popolari Fonte foto: Ansa
Governo Conte Bis, chi sono gli esponenti più popolari
,,,,,,,