,,

Lucia Annibali lascia il Pd per Italia Viva, le sue motivazioni

Per l'avvocatessa, il nuovo partito di Matteo Renzi rappresenterebbe un'evoluzione

Lucia Annibali, l’avvocatessa vittima di un attacco con l’acido da parte dell’ex compagno, ha lasciato il Pd per entrare a far parte del nuovo progetto di Matteo Renzi, Italia Viva. La deputata ha spiegato le sue ragioni al magazine Lettera Donna.

“È successo naturalmente, e non ho niente da recriminare nei confronti del partito, dove non vantavo una lunga militanza. Mi è stato chiesto di aderire a questo nuovo progetto e ho detto sì, con serenità e convinzione, sapendo che la mole di lavoro sarebbe aumentata, visto che per adesso siamo un gruppo piccolo”, ha spiegato.

Lucia Annibali ha poi aggiunto che “Italia Viva è un progetto che valeva la pena costruire e seguire, è una sorta di evoluzione: punta a un modo diverso di fare politica, mettendo le persone in grado di valorizzare le proprie competenze”.

“Più che un partito”, ha aggiunto, “vorrei che Italia Viva fosse un luogo in cui le donne possano riconoscersi, trovando qualcuno che desideri occuparsi di loro”. Le sue parole hanno fatto eco alla collega Maria Elena Boschi, che aveva definito Iv come “il partito più femminista“.

Sul fondatore del nuovo gruppo parlamentare, Lucia Annibali ha dichiarato: “Matteo Renzi trasmette energia, ha una certa velocità nel parlare e vedere le cose. E gli sono grata per la fiducia che mi ha dato. Come ho detto, è stato naturale seguirlo in questa avventura”.

Chi è la deputata Lucia Annibali

Avvocatessa pesarese, classe ’77, Lucia Annibali è diventata tristemente famosa il 16 aprile 2013, quando il suo volto è stato sfregiato con l’acido da due uomini. Il mandante dell’attacco, il suo ex fidanzato Luca Varani, è stato condannato nel 2016, in via definitiva, a 20 anni di reclusione per tentato omicido e stalking. I due esecutori del reato sono stati invece condannati a 12 anni.

Lucia Annibali ha raccontato la sua storia nel libro “Io ci sono. La mia storia di non amore”, scritto insieme alla giornalista Giusi Fasano, e pubblicato nel 2014, e dal quale è stato tratto un film tv nel 2016, con Cristiana Capotondi come protagonista.

Nel 2017 è diventata consigliera per la lotta alla violenza di genere dell’ex ministra e sottosegretaria Maria Elena Boschi. È stata eletta alla Camera dei Deputati nelle elezioni politiche del 2018, candidandosi con il Partito Democratico nella circoscrizione Veneto 2.

VIRGILIO NOTIZIE | 11-10-2019 10:38

Italia Viva, chi ha deciso di seguire Renzi: i nomi "chiave" Fonte foto: Ansa
Italia Viva, chi ha deciso di seguire Renzi: i nomi "chiave"
,,,,,,,