,,

Luca Dell'Atti e la foto di Giorgia Meloni a testa in giù su Instagram: direttore del museo di Ostuni si scusa

Una foto della presidente del Consiglio Meloni a testa in giù è stata pubblicata su Instagram dal direttore del museo di Ostuni Luca Dell'Atti

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Una foto della presidente del Consiglio Giorgia Meloni a testa in giù è stata pubblicata tra le storie del profilo Instagram di Luca Dell’Atti, direttore del museo di Ostuni, nella provincia di Brindisi. Il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Luigi Caroli, ha chiesto la sua rimozione dall’incarico. Dopo la bufera, le scuse di Dell’Atti.

Bufera per la foto shock di Giorgia Meloni su Instagram

La foto è stata pubblicata tra le storie del profilo del direttore del museo di Ostuni Luca Dell’Atti.

Ci sono anche alcuni riferimenti alle foibe e alle polemiche sul Festival di Sanremo 2024 legate al conflitto mediorientale.

OstuniFonte foto: Tuttocittà.it

Luca Dell’Atti è il Presidente del Museo delle Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale di Ostuni

La reazione di Luigi Caroli alla foto di Giorgia Meloni a testa in giù

Il coordinatore provinciale e consigliere regionale di Fratelli D’Italia, Luigi Caroli, ha affermato in alcune dichiarazioni riportate dall’agenzia ‘ANSA’: “Siamo di fronte a un gesto vergognoso di una gravità inaudita ed è necessario che il sindaco di Ostuni e l’amministrazione provvedano immediatamente a revocare l’incarico conferito da poco a chi ha pubblicato quella foto”.

Caroli ha poi aggiunto: “Chi decide di ricoprire un ruolo lo deve fare in maniera equilibrata, serena e nel rispetto delle Istituzioni”.

Secondo il coordinatore provinciale e consigliere regionale di Fratelli D’Italia, “è davvero deplorevole questo gesto fatto da chi una figura che rappresenta comunque un’istituzione di nomina diretta dell’amministrazione comunale”.

La chiosa finale di Luigi Caroli: “Bisogna creare le condizioni per una nuova ‘agibilità democratica’ all’interno del consiglio di amministrazione del museo. Altrimenti ci sarebbero troppi condizionamenti. Faccio appello immediato al sindaco che possa così come lo ha nominato possa rimuoverlo. Sono convinto che il primo cittadino comprenderà l’esigenza senza perdite di tempo di rimuovere chi ha pubblicato quella foto“.

Le scuse dopo la bufera

Dopo la bufera, Dell’Atti ha scelto di nuovo Instagram per le sue scuse:

“All’onorevole Giorgia Meloni porgo le mie scuse umane, sincere e sentite per l’immagine di pessimo gusto che ho, improvvidamente, postato sulle mie storie Instagram. L’ho fatto sull’impeto di una critica (poco attenta nelle modalità) sulle posizioni assunte dalla presidente del Consiglio con riferimento alla Giornata del ricordo. La leggerezza del mio gesto mediatico non ha nulla a che fare con la mia personalità, tutt’altro che violenta. La mia famiglia, la mia storia politica, la mia professione, le mie amicizie dimostrano la mia completa lontananza da modalità e messaggi violenti di qualunque tipo. In parole più chiare: per i miei valori e la mia sensibilità, non potrei neppure concepire di augurarmi la morte di qualcuno. Mi scuso con tutte le persone che mi stimano e conoscono, con l’istituzione museo e il Comune di Ostuni se, per una superficialità istintiva, ho dato a qualcuno la possibilità di mettere in dubbio la mia serietà e professionalità. Una storia Instagram, però, non ha a niente a che fare con la gestione del museo di Ostuni. Riconosco la totale inopportunità della pubblicazione, che infatti ho provveduto a rimuovere, ma respingo qualunque accusa relativa alla ‘agibilità democratica’ della gestione del museo, come qualcuno ha detto. Ripeto: si è trattato di uno scivolone di cattivo gusto, che ha trovato luogo su un social, che (per ragioni anche anagrafiche) sono abituato a gestire come uno spazio personale. Non certo in pubblica piazza, o sui giornali o ancora nell’esercizio delle mie funzionai di rappresentanza del Museo. La dimensione mediatica è del tutto sproporzionata all’effettività del gesto, in considerazione del luogo, del momento e del canale tramite cui è stato veicolato. Ecco perché, una volta di più, mi scuso, con autentica convinzione, ma non sono disposto a consentire che la mia persona e la mia figura siano infangate per una reazione mediatica indebita e fuori controllo”.

La nomina di Luca Dell’Atti a direttore del museo di Ostuni

Il sindaco di Ostuni Angelo Pomes ha nominato Luca Dell’Atti nuovo Presidente del Museo delle Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale di Ostuni lo scorso 27 dicembre.

In quell’occasione, Dell’Atti aveva detto: “Sono onorato per questa nomina e ringrazio il Sindaco per la fiducia. Si tratta della più rilevante Istituzione Culturale della nostra città, Istituzione che non è solo depositaria del passato, non è solo preposta a conservare beni di valore archeologico che riguardano il passato della nostra terra, ma può essere un centro fondamentale per il presente e per il futuro, come centro di sviluppo, di innovazione, di tecniche di valorizzazione dei beni culturali”.

Dell'Atti e Meloni Fonte foto: ANSA & Instagram Luca Dell'Atti
,,,,,,,,