,,

Long Covid, quanto può durare per adulti e bambini: lo studio sui sintomi anche dopo la guarigione

Il coronavirus può lasciare degli strascichi: cos'è il Long Covid, quali sono i sintomi e quanto possono durare negli adulti e nei bambini. Lo studio

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Con la variante Omicron tantissime persone hanno contratto il Covid negli ultimi mesi. Si tratta di una mutazione diversa dalle precedenti, più contagiosa e meno capace di sviluppare forme gravi, grazie soprattutto alla diffusione dei vaccini, ma quali sono gli effetti a lungo termine? Uno studio ha analizzato i sintomi del long Covid: quanto può durare per adulti e bambini, anche dopo la guarigione.

Long Covid, sintomi anche dopo un anno: dove è stato pubblicato lo studio

Il primo studio multicentrico italiano che ha indagato sulla disfunzione olfattiva persistente, cefalea e confusione mentale, tutti sintomi legati al cosiddetto Long Covid, ha pubblicato i suoi dati sulla rivista ‘Brain Sciences’.

La ricerca ha riscontrato che in quasi una persona su 4 i disturbi dell’olfatto dopo il contagio possono persistere oltre un anno.

Spesso, hanno spiegato gli esperti, si tratta di persone che hanno avuto una forma di Covid associata a cefalea e confusione mentale.

Lo studio, coordinato da Arianna Di Stadio, professore associato di Otorinolaringoiatria presso l’Università di Catania, ha visto in prima linea Angelo Camaioni, direttore della Uoc Otorinolaringoiatria dell’Ao San Giovanni-Addolorata, e la collaborazione di ricercatori dell’Università del Michigan e della Wayne State University di Detroit.

Long Covid, su chi è stato condotto lo studio

Lo studio sul Long Covid è stato condotto su 152 pazienti tra 18 e 65 anni: tutti avevano lamentato una disfunzione olfattiva da almeno 6 mesi ed erano afferenti a 3 centri specializzati.

Ne è emerso che 50 pazienti (32,8%) presentavano anosmia o assenza di olfatto, 25 (16,4%) iposmia o riduzione dell’olfatto, 10 (6,6%) parosmia o disfunzione dell’olfatto, e 58 pazienti (38,2%) una combinazione di iposmia e parosmia.

La cefalea è stata segnalata da 76 pazienti (50%) e la confusione mentale da 71 (46,7%).

Long Covid, i risultati dello studio sui sintomi

“L’alterazione dell’olfatto e il coinvolgimento cognitivo sono caratteristiche comuni del Long Covid. La confusione mentale – hanno sottolineato Arianna Di Stadio e Angelo Camaioni – o ‘brain fog’, potrebbe influenzare l’olfatto alterando il ricordo degli odori o attraverso un meccanismo condiviso di neuroinfiammazione”.

I pazienti che hanno detto di aver sofferto di cefalea, confusione mentale, o entrambe, “mostravano un rischio significativamente maggiore di soffrire di anosmia e/o iposmia se confrontati con la controparte senza sintomi neurologici”.

La cefalea e il coinvolgimento cognitivo, secondo gli autori dello studio, “erano associati con deficit olfattivi più severi, coerentemente con meccanismi neuroinfiammatori mediatori di una varietà di sintomi nei pazienti con sindrome Long Covid“.

Long Covid nei bambini: cosa sappiamo

long covid bambini
Secondo la Sip, Società italiana di pediatria, la vaccinazione è fondamentale per proteggere bambini e adolescenti dalle possibili conseguenze del Long Covid

In questi giorni, invece, la Società italiana di pediatria (Sip) ha pubblicato un documento in cui ha rivolto alcune raccomandazioni ai pediatri di famiglia e ai genitori per monitorare e gestire i possibili casi di Long Covid a lungo termine tra i bambini e gli adolescenti.

Tra le principali raccomandazioni:

  • visitare tutti i bambini e gli adolescenti con una diagnosi sospetta o provata di Covid dopo 4 settimane dalla fase acuta dell’infezione per verificare la presenza di possibili sintomi di Long Covid;
  • programmare in ogni caso, anche in assenza di questi sintomi, un ulteriore controllo dopo 3 mesi dalla diagnosi di infezione per confermare che sia tutto normale o per affrontare i problemi emergenti, attraverso una valutazione approfondita degli stessi;
  • prestare attenzione ai sintomi: affaticamento persistente, cefalea, disturbi del sonno, difficoltà di concentrazione, dolore addominale, mialgia o artralgia, dolore toracico persistente, mal di stomaco, diarrea, palpitazioni cardiache e lesioni cutanee: possono manifestarsi sia da soli che in combinazione, possono essere transitori o intermittenti, cambiare nel tempo o rimanere costanti;
  • la vaccinazione appare fondamentale per proteggere bambini e adolescenti dalle possibili conseguenze del Long Covid.

TAG:

Long Covid, l'Iss fa chiarezza: i sintomi e come identificarlo Fonte foto: ANSA
Long Covid, l'Iss fa chiarezza: i sintomi e come identificarlo

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,