,,

"Like" ai forni crematori: bufera su consigliere Lega, le scuse

Polverone di polemiche: Ilaria Cucchi ha indirizzato un appello al capo della Polizia Franco Gabrielli

Sono ancora i social a sollevare un polverone di presunta apologia fascista o nazista. In questo caso è stato un like di troppo a scatenare la bufera sul consigliere della Lega a Ferrara, Luca Caprini che ha messo un “mi piace” a un post dove in un certo senso si inneggiava a Hitler e ai forni crematori. La cosa, oltre che dalla rete, è stata denunciata da Ilaria Cucchi al capo della Polizia Franco Gabrielli trattandosi di un agente della polizia di Stato e sindacalista del Sap.

Il “like galeotto”Luca Caprini, consigliere comunale della Lega a Ferrara ma anche poliziotto e segretario provinciale del Sap, ha messo un “mi piace” ad un post di un artigiano ferrarese che aveva aspramente criticato l’esibizione del cantante Sylvestre bloccatosi durante l’inno di Mameli prima di Juve-Napoli di Coppa Italia: “Ma quel signore con i baffi che usava i forni crematori non c’è più?“.

A quel punto è partita la polemica da parte di chi ha riconosciuto trattarsi di un uomo delle istituzioni, sia politicamente che come agente di polizia. Tra questi Ilaria Cucchi che ha scritto al capo della Polizia Franco Gabrielli chiedendo un suo intervento. Che ci sarebbe stato come ammette lo stesso Caprini, una telefonata e una richiesta di spiegazioni da parte del capo della Polizia.

Ma non finisce qui perchè Nicola Fratoianni, portavoce di Sinistra Italiana, ha annunciato un’interrogazione parlamentare al ministro degli Interni Luciana Lamorgese, sollecitando provvedimenti disciplinari “immediati e seri”.

Dal canto suo Luca Caprini ha provato a giustificarsi e a chiedere scusa: “Una leggerezza di cui mi vergogno. Ho messo quel ‘like’ senza neppure leggere cosa aveva scritto l’autore del post, lo conosco, è il mio gommista” ha detto a Il Resrto del Carlino. Intanto Caprini ha anche chiuso la sua pagina Facebook presa d’assalto dagli haters tra insulti e minacce.

A sua difesa si è schierato Stefano Paoloni, segretario generale del Sindacato Autonomo di Polizia: “Conosco Luca Caprini da sempre – spiega al sito Estense.com – e trattasi di persona integerrima, di sanissimi principi morali e, infatti, ha subito spiegato che si è trattato di un errore materiale. Chi mette in discussione la sua persona lo fa in modo strumentale”.

VirgilioNotizie | 22-06-2020 10:10

,,,,,,,