,,

Licenziato dalla pasticceria, dà fuoco ai locali: arrestato

Il 35enne è finito in manette dopo aver appiccato le fiamme ai locali dove aveva lavorato. È accusato anche di ricettazione di 5 assegni bancari

I carabinieri di Pistoia, sotto ordinanza emessa dal gip, hanno arrestato un 35enne con l’accusa di aver incendiato i locali della pasticceria dove aveva lavorato. L’uomo, secondo quanto raccolto da Ansa, era stato licenziato e nei giorni successivi aveva messo in atto comportamenti ritorsivi nei confronti dell’ex datore di lavoro. È successo ad Agliana, in provincia di Pistoia.

Secondo quanto emerso dalle indagini, coordinate dal pm Linda Gambassi e condotte dai militari di Quarrata con servizi di osservazione, accertamenti bancari e intercettazioni, il 35enne, una settimana dopo il suo licenziamento avrebbe causato la notte del 19 marzo l’incendio di alcuni locali della pasticceria dove tra l’altro c’era personale a lavorare. Nessuno rimase ferito, i danni furono solo a cose.

L’uomo inoltre è accusato di ricettazione di 5 assegni bancari, relativi a un conto corrente intestato alla pasticceria: per l’accusa avrebbe falsificato la firma del titolare e posti all’incasso, per un importo complessivo di oltre 5.700 euro. Infine, insieme alla convivente di 26 anni, sottoposta quest’ultima all’obbligo di dimora, il 35enne è stato accusato di ricettazione di capi di abbigliamento risultati rubati in una ditta di Prato.

VIRGILIO NOTIZIE | 16-11-2019 14:32

carabinieri Fonte foto: iStock
,,,,,,,