,,

Le dimissioni di Fioramonti accendono il dibattito sul web

Il mondo social si divide sulla decisione dell’ex ministro dell'Istruzione

Giorno di Santo Stefano movimentato per la politica italiana a causa delle dimissioni del ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti. L’esponente del Movimento 5 Stelle ha spiegato attraverso il suo profilo Facebook il motivo della sua decisione e questo ha scatenato il dibattito sui social. L’hashtag #Fioramonti, infatti, è balzato ai primi posti tra le tendenze di Twitter e il popolo del web, come al solito, ha espresso la propria opinione con pareri discordanti.

C’è chi si schiera dalla parte dell’ex ministro dell’Istruzione con frasi come: «Un paese ignorante si farà governare da gente che vive di fake news. L’istruzione ha bisogno di fondi: tutto il mio rispetto per #Fioramonti coerente e disciplinato», «Penso che le dimissioni di #Fioramonti non siano una bella notizia. Secondo me ha lavorato bene come ministro e si è dimostrato una persona seria. Purtroppo in questo Paese se hai queste caratteristiche hai tutti contro», «Un ministro dell’Istruzione che si dimette perché non gli danno le risorse minime sembra degno di rispetto. Credo sia la prima volta che accade. Inoltre, non investire in istruzione è un atto, sul lungo periodo, suicida. Non dovremmo protestare invece di sfottere #Fioramonti?», «Spezzo una lancia a favore di #Fioramonti che molti deridono per la tassa sulle merendine per finanziare la scuola. Se pensate che sia più importante rimpinzare di junk food i vostri figli che garantir loro un’istruzione… ora mi spiego i vostri modelli politici di riferimento», «#Fioramonti si dimette secondo me coerentemente. Al suo ministero son stati tagliati i fondi, e parliamo d’istruzione. La gente lo attacca o lo deride invece di fare gruppo intorno a lui».

E chi critica la sua decisione e lo attacca per quanto fatto come Giorgia Meloni: «Pochi soldi per scuola e università, ma prima di annunciare le dimissioni, il ministro #Fioramonti stanzia 1 milione per promuovere l’ideologia gender. Il grillismo è una miscela di ipocrisia e incompetenza, speriamo il 2020 porti agli italiani un Governo degno di rappresentarli!». Non solo la leader di Fratelli d’Italia ma anche altri utenti hanno espresso la loro opinione contro Fioramonti: «Ma questo oltre a chiedere un riscatto di tre miliardi cosa ha fatto per la scuola? Le tasse sulle merendine? Ci è andata bene, uno come lui quei soldi li avrebbe bruciati in un mese. Chissà chi sarà il prossimo fenomeno da baraccone dopo #Fioramonti», «Finalmente una buona notizia! Insieme alla Fedeli resta il ministro dell’Istruzione peggiore che la Repubblica Italiana ricordi», «Ottima notizia, un bel regalo di Natale. #Fioramonti si dimette, ora attendiamo Di Maio», «#Fioramonti si dimette. Almeno uno che per Natale fa un regalo agli italiani lo abbiamo trovato. Ora vediamo se la Befana ci porta le dimissioni di tutto il governo».

VIRGILIO NOTIZIE | 26-12-2019 13:15

lorenzo-fioramonti Fonte foto: ANSA
,,,,,,,