,,

La variante JN1 del Covid riesce a schivare i vaccini: previsione del virologo Pregliasco sul possibile picco

Il virologo dell'università Statale di Milano, ha parlato della nuova variante del Covid JN1 in circolo: riuscirebbe a schivare i vaccini

Pubblicato il:

Nonostante le fasi più preoccupanti della pandemia da Covid-19 siano ormai alle spalle, la diffusione della nuova variante JN1 sta facendo alzare il livello di allerta agli esperti. Per il virologo Fabrizio Pregliasco, questo nuovo ceppo potrebbe dare molti problemi e mettere a rischio il periodo delle Feste.

I rischi della variante JN1 secondo il virologo Pregliasco

Intervenendo a Un giorno da Pecora su Rai Radio 1, il virologo dell’università Statale di Milano ha rilasciato alcune dichiarazioni relative alla diffusione della nuova variante del Covid-19, virus che grazie ai vaccini in questi ultimi due anni ci siamo messi alle spalle, ma non completamente.

«È tornato il Covid, ricominciamo ad avere molti casi in ospedale, soprattutto persone che non hanno fatto i richiami o non si sono vaccinate – ha dichiarato in radio – Anche perché la variante JN.1 è molto aggressiva, riesce a schivare i vaccini“.

vaccino covidFonte foto: ANSA

Sono in corso i richiami per il vaccino anti-Covid, specie per i soggetti più fragili

Benché la sua forza non sia la stessa dei tempi più tragici della pandemia, l’esperto ha consigliato comunque di tornare ad usare alcuni vecchi ma noti sistemi di prevenzione: per chi viaggia in treno, aereo o chi si trova in luoghi affollati si consiglia di indossare la mascherina.

Quando arriverà il picco della variante Pirola JN.1

Nella stessa occasione, il virologo ha rilasciato dichiarazioni sul possibile andamento di questa nuova variante del Covid-19, che ha assunto nomenclature ormai neppure così conosciute alla popolazione, specie tra chi si è tutelato con numerose dosi di vaccino. “Avremo il picco tra Natale e Capodanno – ha detto Fabrizio Pregliasco, aggiungendo poi un monito – Dico a tutti: facciamo il tampone se pensiamo di avere una qualche sintomatologia”.

La priorità è sempre verso i più fragili e per questo “Nei pranzi e nei cenoni che faremo durante le Feste sarebbe meglio non abbracciare il nonno, specie se come dicevo si ha una sintomatologia dubbia. Insomma, se ci sono persone fragili evitiamo di abbracciarci”.

Cos’è la nuova variante del Covid-19 e quali sono i sintomi

La variante Covid Pirola JN1, identificata con la sigla BA.2.86 assieme alla sua “famiglia”, è in “costante aumento” a livello globale. Lo ha reso noto l’Organizzazione Mondiale della Sanità, dopo l’ultima riunione del Gruppo consultivo tecnico sulla composizione del vaccino Covid (Tag-Co-Vac) il 4 e il 5 dicembre.

L’Oms ha informato che “al 2 dicembre 2023, i lignaggi discendenti di XBB, inclusi XBB.1.5, XBB.1.16 (o Arturo, ndr), EG.5 (o Eris, ndr), HK.3 e HV.1, rappresentavano il 73% delle sequenze genetiche disponibili” sulla piattaforma Gisaid e “da allora, questa proporzione è diminuita”.

Come riportato, i sintomi della variante Pirola sono simili a quelli dell’influenza stagionale: febbre a 38 che dura per qualche giorno, mal di testa costante e raffreddore (spesso accompagnato da tosse e mal di gola).

ocvid-variante-jn1-pregliasco Fonte foto: ANSA

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,