,,

La confessione del compagno di Romina Vento, morta in auto nell'Adda: cosa è successo e perché

Nell'interrogatorio di convalida dell'arresto è arrivata la confessione di Carlo Fumagalli, compagno di Romina Vento, morta in auto nel fiume Adda

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Carlo Fumagalli, il 49enne arrestato con l’accusa di omicidio in seguito alla morte per annegamento nel fiume Adda della sua convivente, Romina Vento, ha confermato di fatto quanto già era stato ricostruito dai Carabinieri sulle sue responsabilità, nel corso dell’interrogatorio di convalida condotto dal gip Vito Di Vita.

Romina Vento morta in auto nell’Adda: il racconto del compagno

Come riportato da ‘La Repubblica’, Carlo Fumagalli ha raccontato al gip Vito Di Vita di essere passato a prendere la compagna al lavoro e di aver “perso la testa” quando lei ha confermato, ancora un volta, che la loro storia era finita.

Così l’uomo ha condotto l’automobile verso il fiume dove d’estate era solito nuotare assieme ai figli e si è buttato in acqua con la vettura, su cui era a bordo anche la donna.

Fumagalli ha sottolineato di essere consapevole che la compagna non sapesse nuotare e che per lei, quel tuffo nel fiume con l’automobile, sarebbe stato quindi probabilmente fatale.

Dopo il tuffo con l’auto nel fiume, l’uomo è riuscito a uscire dall’acqua e si è poi allontanato sotto gli occhi di un gruppo di operai che, udite le grida di aiuto lanciate dalla vittima, hanno dato l’allarme.

I sommozzatori hanno ripescato il corpo di Romina Vento, morta annegata, senza alcun segno di violenza. L’uomo è stato individuato dalle forze dell’ordine in un secondo momento.

Romina Vento morta nel fiume AddaFonte foto: ANSA
Il recupero della vettura nel fiume Adda.

Romina Vento morta in auto nell’Adda: le parole dell’avvocato del compagno

‘La Repubblica’ riporta anche le parole dell’avvocato Fabio Manzari, legale di Carlo Fumagalli, che ha sottolineato che l’uomo si è buttato nel fiume “accettando l’ipotesi di morire anche lui”.

Il legale ha anche spiegato che il suo assistito “da 5 settimane aveva interrotto la cura che seguiva per una patologia psichiatrica“.

Romina Vento morta in auto nell’Adda: compagno ricoverato in ospedale per autolesionismo

Carlo Fumagalli, sarto specializzato in una ditta della zona, ha risposto alle domande del gip Vito di Vita da un letto di ospedale a Bergamo.

L’uomo, infatti, è stato ricoverato in ospedale nella serata di giovedì 21 aprile dopo aver tentato gesti di autolesionismo in carcere.

I suoi problemi psichiatrici saranno approfonditi con una perizia.

TAG:

Adda Fonte foto: ANSA/ PER GENTILE CONCESSIONE DE L'ECO

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,