,,

L'Ue annuncia il tetto al prezzo del gas. Cingolani attacca Mosca sul Nord Stream: "Ricatto chiaro a tutti"

La presidente della Commissione europea ha ribadito la volontà di introdurre un prize cap. Il ministro italiano incolpa la Russia sul Nord Stream

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Sale la tensione tra l’Unione europea, il G7 e la Russia. Ad agitare gli animi tra Mosca e l’Occidente sono state le parole della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen: intervenendo ad un evento politico in Baviera, la numero uno dell’esecutivo Ue ha ribadito la necessità per gli Stati membri di introdurre un tetto al prezzo del gas.

Un discorso che ha provocato la reazione stizzita di Dmitry Medvedev, vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione russa, che ha minacciato l’Europa sostenendo che il metano russo “non ci sarà in Europa se verrà introdotto un price cap“.

Von der Leyen e Cingolani contro la Russia: reazione dura di Mosca che minaccia lo stop al petrolio

Lo scontro si è infuocato nelle stesse ore in cui altri due avvenimenti hanno segnato i rapporti sempre più complicati tra il Cremlino e i Paesi occidentali. Il primo in in ordine di tempo è stato l’annuncio da parte di Gazprom in merito alla riapertura del gasdotto Nord Stream dopo tre giorni di stop: la multinazionale russa ha infatti comunicato che le forniture non potranno riprendere a causa di un guasto, ma la volontà di Mosca sarebbe quella di interrompere definitivamente i flussi di metano verso Ovest.

Poco prima era stato il vertice dei ministri delle Finanze del G7 a prendere una posizione netta nei confronti di Mosca: come riportato nel relativo comunicato, è arrivata infatti la conferma sulla volontà politica congiunta di attuare un blocco complessivo ai servizi di trasporto del petrolio dalla Russia all’Europa. Cosa che ha irrigidito ancora di più il Cremlino, che per reazione ha minacciato di interrompere le forniture di petrolio ai Paesi che aderiranno.

Gasdotto Nord Stream, Cingolani attacca la Russia: “Ricatto chiaro a tutti”

In merito allo stato di tensione sempre più alto, è intervenuto anche il ministro della Transizione ecologica italiano Roberto Cingolani, che non ha usato mezzo termini per definire la decisione di Gazprom “un ricatto russo chiaro a tutti“.

Gas, cosa prevede il piano di risparmi del governo: le misure in arrivo per famiglie e impreseFonte foto: ANSA

Il titolare del dicastero ha proseguito affermando che “la Russia non può sospendere così rapidamente le forniture perché non ha altri gasdotti dove mettere questo gas e venderlo altrove. È una partita di poker, purtroppo siamo in una economia di guerra e non di mercato”.

roberto cingolani Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,