,,

L'operaio Giovanni Corona morto dopo la caduta da una gru a Rivoli vicino Torino: è precipitato per 27 metri

A Rivoli, vicino Torino, l’operaio 66enne Giovanni Corona è morto dopo essere caduto da una gru da un’altezza di 27 metri: inutili i soccorsi

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Un operaio di 66 anni, Giovanni Corona, è morto in seguito a un incidente sul lavoro. L’uomo stava installando una gru davanti a un palazzo di Rivoli, vicino Torino, quando precipitato nel vuoto da 27 metri di altezza. Inutili i soccorsi giunti sul posto, sul caso indagano i carabinieri e gli ispettori dell’Asl.

L’operaio morto a Rivoli

È morto nel tardo pomeriggio di ieri – lunedì 5 febbraio – l’operaio di 66 anni Giovanni Corona, che era impegnato nell’installazione di una gru davanti il palazzo che si trova al civico 2 di via Battisti a Rivoli, comune alle porte di Torino.

Sull’edificio sono in programma lavori di efficientamento energetico. L’operaio, per cause ancora da accertare, è precipitato nel vuoto da circa 27 metri di altezza.

L'operaio Giovanni Corona morto dopo la caduta da una gru a Rivoli vicino Torino: è precipitato per 27 metriFonte foto: Tuttocittà.it

L’operaio, originario di Longarone (comune della provincia di Belluno, in Veneto) è stato inizialmente assistito dai colleghi, che hanno poi chiamato i soccorsi.

L’arrivo dei soccorsi

Sul luogo dell’incidente sono giunti i carabinieri e gli ispettori dello Spresal (Servizio Prevenzione e Sicurezza del Lavoro) dell’ASL To3, oltre all’equipe medica del 118, intervenuta con l’ausilio dell’ambulanza.

Il 66enne Giovanni Corona è stato quindi trasportato d’urgenza all’ospedale di Rivoli, dov’è però deceduto nel giro di poche ore, come conseguenza dei gravi traumi riportati nella caduta.

Dopo l’incidente carabinieri e ispettori dell’ASL To3 hanno effettuato tutti i rilievi e gli accertamenti necessari alla ricostruzione della dinamica dell’incidente che ha portato alla morte dell’operaio.

I morti sul lavoro in Piemonte

Nel 2023 si è registrato un calo delle denunce di infortunio sul lavoro rispetto all’anno precedente: 585.356 (-16,1% rispetto al 2022), 1.041 delle quali con esito mortale (-4,5%), ovvero 49 in meno rispetto alle 1.090 registrate nello stesso periodo del 2022, 180 in meno rispetto al 2021, 229 in meno rispetto al 2020 e 48 in meno rispetto al 2019.

In particolare il Piemonte ha fatto registrare un’incidenza di mortalità sul lavoro inferiore alla media del Paese: 34,2% contro una media nazionale di 34,6%.

Nonostante ciò, sono stati 75 decessi registrati in Piemonte da gennaio a dicembre 2023 (contro i 93 del 2022): 61 quelli rilevati in occasione di lavoro (2 in meno dello scorso anno) e 14 quelli in itinere (16 in meno del 2022). Il più elevato numero di decessi totali si è verificato in provincia di Torino (34), che è in cima anche alla graduatoria degli infortuni mortali in occasione di lavoro, con 28 vittime.

carabinieri-1 Fonte foto: 123RF
,,,,,,,,