,,

Inversione a U e quasi 2 chilometri contromano: incidente sull'A7, perdono la vita in due

Il guidatore, morto nello scontro frontale, pare soffrisse di una patologia neurologica: doveva incontrarsi a Sanremo con il padre per un giorno al mare

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Un’inversione di marcia, senza alcun motivo apparente: due chilometri in contromano e poi l’impatto frontale. Questa la tragica fine di un uomo di circa quarant’anni residente a Milano.

Ecco le possibili ragioni di un gesto che, altrimenti, avrebbe dell’inspiegabile e cosa sappiamo sulla dinamica di quanto accaduto sulla autostrada A7.

Incidente sulla A7, la dinamica dell’accaduto

Si chiamava Giuseppe Maria Garavaglia e aveva 46 anni l’uomo che è morto in un incidente in autostrada, a bordo della sua stessa vettura, per un impatto frontale dopo aver percorso, in direzione di marcia opposta, un tratto di meno di due chilometri sull’autostrada A7

Il 46enne, ha rivelato la fidanzata ai responsabili dell’indagine, soffriva di una grave patologia neurologica, che gli impediva di avere una corretta percezione dello spazio del tempo e gli portava crisi su base quasi quotidiana, oltre che a un frequente stato di confusione.

Ci sarebbe stata proprio la malattia dell’uomo, è una delle ipotesi attualmente allo studio, ad aver determinato un comportamento altrimenti inspiegabile: l’inversione di 180 gradi della Volvo V60 di colore bianco al chilometro 51 della A7 in direzione Genova, quindi meno di 2 chilometri contromano fino allo scontro al chilometro 49+400.

In contromano in autostrada dopo un’inversione a U, nello scontro ha perso la vita anche un 35enne albanese

A perdere la vita nell’incidente anche un albanese di 35 anni, Matilda Hidri, residente a Genova. Era lui che si trovava alla guida all’altro veicolo, una Bmw Station Wagon grigia. L’impatto ha coinvolto anche un Golf con a bordo tre persone, tutte ferite.

Ad avvertire le forze dell’ordine è stato un testimone, che avrebbe assistito direttamente all’inversione.

Sul caso indagano la Procura di Pavia, competente territorialmente (l’episodio è avvenuto nel comune di Silvano Pietra) e la Polstrada Milano-Ovest di Assago (competente per la tratta autostradale).

Frontale sull’autostrada in direzione Genova, quanto è accreditata l’ipotesi del suicidio

Da verificare se, delle condizioni di salute dell’uomo, sulle quali erano in corso degli accertamenti, si sapesse abbastanza da far scattare il ritiro della patente.

La fidanzata ha ricordato agli investigatori gli ultimi momenti passati insieme: Garavaglia appariva sereno, la qual cosa suggerirebbe di escludere uno scellerato gesto volontario.

L’ipotesi del suicidio è stata esclusa anche dal padre, anche lui diretto a Sanremo ma su un’altra auto. I due sarebbero dovuti incontrare nella località balneare.

autostrada veicoli Fonte foto: ANSA
,,,,,,,