,,

Internazionali di Roma al via, ci sono anche i tennisti russi: perché potranno partecipare. C'è anche Djokovic

Internazionali di Roma al via, al contrario di quanto deciso da Wimbledon ci saranno anche i tennisti russi (oltre a Djokovic): il motivo

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Al via la 79^ edizione degli Internazionali BNL d’Italia, il torneo di tennis organizzato a Roma che si terrà dal 2 al 15 maggio. L’evento segna la riapertura piena degli spalti al Foro Italico dopo 2 anni di restrizioni dovute alla pandemia e tra gli atleti ci saranno anche quelli russi e bielorussi, esclusi invece da Wimbledon (torneo che si terrà dal 27 giugno all’11 luglio). Sarà presente anche Novak Djokovic: ecco qual è il motivo.

Internazionali di Roma, perché ci saranno anche i tennisti russi

Il 28 febbraio scorso il Comitato olimpico internazionale (CIO) ha chiarito che gli atleti e gli ufficiali di gara di Russia e Bielorussia devono essere accolti come neutrali.

In diversi sport sono comunque stati esclusi: è successo con il pilota Nikita Mazepin nella Formula 1, con la Nazionale russa di calcio nelle qualificazioni a Qatar 2022, così come nel tennis, visto che gli organizzatori di Wimbledon hanno deciso di non permettere l’iscrizione agli atleti russi e bielorussi, che saranno però in campo a Roma.

Gli Internazionali rientrano infatti nei calendari e regolamenti delle federazioni tennistiche proprietari degli eventi, ossia ATP e WTA.

Secondo loro, infatti, l’esclusione è contraria ai principi fondamentali delle associazioni: merito ed equità. Hanno evidenziato come questo provvedimento rappresenti una “discriminazione” determinata dalla nazionalità. La Federtennis, che organizza gli Internazionali, ha l’obbligo legale di rispettare l’Official Atp Rule Book, che all’articolo 8.01B dice: “Ogni torneo si impegna ad accettare le iscrizioni dei tennisti sulla base delle classifiche ATP”.

djokovicFonte foto: ANSA
Novak Djokovic, numero 1 al mondo nella classifica ATP

Anche Djokovic in campo: il ritorno del serbo

Novak Djokovic, escluso dai tornei del Grande Slam, scenderà in campo agli Internazionali di Roma: si è già schierato contro il provvedimento nei confronti dei tennisti russi.

Il serbo era stato estromesso dagli Australian Open perché non in regola con i requisiti vaccinali anti Covid.

Potrà scendere in campo al Foro Italico perché le norme, in Italia, nel frattempo sono cambiate: dal 1° maggio, infatti, in Italia non è più richiesto il Super Green Pass, quindi nemmeno la vaccinazione obbligatoria, visto che le partite si disputano all’aperto.

Nadal e Panatta contro l’esclusione dei tennisti russi

Contro la decisione di Wimbledon si è schierato Rafael Nadal. Il tennista spagnolo ha criticato aspramente l’esclusione dei giocatori russi e bielorussi da Wimbledon, defininendola “molto ingiusta. Cosa possono fare?”. I giocatori non sono da biasimare “per quello che sta succedendo”, ha aggiunto.

Sulla stessa scia anche la leggenda del tennis italiano, Adriano Panatta: “Colpire le singole persone è una forma di razzismo”, ha dichiarato nell’ultima puntata di Propaganda Live, andata in onda venerdì 29 aprile.

internazionali-russi Fonte foto: ANSA
,,,,,,,