,,

Insulta una vigilessa perché pugliese: condannato imprenditore

In Val di Fassa, un imprenditore trentino è stato condannato a tre mesi di reclusione in primo grado per aver rivolto delle offese a una vigilessa

In Val di Fassa, un imprenditore trentino è stato condannato a tre mesi di reclusione in primo grado per aver rivolto delle offese a una vigilessa. Secondo quanto riporta Tgcom24, nel 2017 l’uomo aveva inveito in lingua ladina contro la vigilessa dopo aver ricevuto una multa per un parcheggio irregolare.

La vigilessa, originaria della Puglia, non aveva compreso cosa stava cercando di dirgli l’uomo, ed è stata così accusata di non essere idonea a svolgere il suo lavoro. L’imprenditore è stato sanzionato e oltre alla detenzione dovrà pagare un risarcimento di 10mila euro alla donna.

L’imprenditore aveva anche accusato la donna di stare rubando il lavoro alle persone nate nella zona. Ma la vigilessa, come racconta a Today Gianluca Ruggero, il comandante della polizia locale, “ha mantenuto la calma, cercando di risolvere la situazione nel più breve tempo possibile, temendo anche per la salute dell’uomo, vista la sua età avanzata e lo stato di alterazione in cui versava”.

La querelle si è risolta in tribunale dove l’imprenditore è stato accusato di oltraggio e interruzione di pubblico ufficio.

VIRGILIO NOTIZIE | 31-07-2019 17:53

vigilessa Fonte foto: ANSA
,,,,,,,