,,

Incendio Olgiasca, distrutti 40 ettari di bosco: roghi domati e ripartiti, com'è la situazione su lago di Como

L'incendio, partito sabato, ha distrutto ettari di bosco e ora si indaga per dolo

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Prosegue da giorni la lotta dei vigili del fuoco contro le fiamme che hanno avvolto il promontorio del lago di Como e che ha divorato ettari su ettari di bosco di Olgiasca. I pompieri sono riusciti a spegnere l’incendio lunedì 18 aprile 2022, ma in serata, con l’alzarsi del vento, è tornato a divorare il bosco su entrambi i versanti, riavvicinandosi alle abitazioni che erano già state sfollate a Pasqua.

Incendio Olgiasca, distrutti 40 ettari di bosco

Le fiamme hanno avvolto il bosco di Olgiasca a Colico negli ultimi tre giorni e nonostante il lavoro dei pompieri non è stato possibile evitare ingenti danni al sistema boschivo. Infatti, come rivelato della Forestale, sono andati in fumo oltre 40 ettari di bosco.

“Abbiamo chiuso la strada in via precauzionale, come richiesto dai pompieri. La situazione al momento sembra essere sotto controllo, ma l’allerta resta alta” ha spiegato il sindaco di Colico Monica Gilardi. Il primo cittadino ha sottolineato che gli sfollati sono rientrati nelle scorse ore in casa e che la situazione sembrerebbe essere sotto controllo.

Incendio Olgiasca, il lavoro dei pompieri

Negli ultimi giorni sono intervenute numerose squadre di pompieri per spegnere il focolaio sul promontorio del lago lombardo. Sul posto, nelle ultime ore, sono intervenute cinque squadre che hanno operato per estinguere gli ultimi focolai rimanenti insieme ai volontari della Protezione civile. Dalle prime luci dell’alba di martedì 19 aprile 2022 sono impegnati anche un Canadair della flotta aerea nazionale e un elicottero del servizio antincendio regionale per aiutare anche dall’alto.

L’incendio era divampato sabato pomeriggio. Lunedì sembrava essere stato domato, ma in serata, con l’alzarsi del vento, è tornato a divorare il bosco su entrambi i versanti, riavvicinandosi alle abitazioni che erano già state sfollate a Pasqua.  Non è ancora chiaro cosa abbia fatto scaturire l’incendio che si è mangiato ettari di bosco, ma una volta finita la fase d’emergenza verrà portata avanti un’indagine per comprenderne la natura.

Non è esclusa l’ipotesi di dolo, tra le più accreditate per le forze dell’ordine. Le squadre di terra sia dei vigili del fuoco sia dei volontari dell’Antincendio boschivo intanto proseguono il loro lavoro di messa in sicurezza della zona.

incendio Fonte foto: ANSA

Hai bisogno di etichette personalizzate?

,,,,,,,,