,,

Immigrazione, Boris Johnson trova l'accordo col Ruanda: i clandestini saranno trasferiti in cambio di soldi

Il premier del Regno Unito, Boris Johnson, ha trovato l'accordo col Ruanda: spedirà in Africa gli immigrati irregolari in cambio di denaro

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Via i clandestini in cambio di soldi. Il premier del Regno Unito, Boris Johnson, ha trovato la soluzione per contrastare l’immigrazione illegale nel suo Paese, firmando un’intesa col Ruanda. Il piano è quello di spedire tutti i richiedenti asilo arrivati illecitamente nello Stato africano. Sono inevitabilmente scoppiate le polemiche, con le ong in testa.

Boris Johnson contro l’immigrazione illegale: cosa prevede l’accordo col Ruanda

L’accordo tra il Regno Unito e il Ruanda, secondo quanto riportato dalla Bbc, prevede che lo stanziamento di 120 milioni di sterline (poco meno di 140 milioni di euro) da parte del Governo britannico.

La gestione di tutto l’iter burocratico spetterà al Ruanda. L’intesa, ha spiegato Johnson, “nel tempo fungerà da grande deterrente” per chi vuole tentare il passaggio della Manica.

L’accordo “non ha limiti” di numeri: ai richiedenti asilo, una volta arrivati in Africa, saranno forniti aiuti per un periodo fino a 5 anni, compresa la formazione professionale, un alloggio e l’assistenza medica.

Le ong hanno fortemente criticato il piano, definendolo “crudele” e sollecitando un ripensamento. L’opposizione laburista, invece, l’ha bollato come “impraticabile e immorale”.

Quanti immigrati sono arrivati illegalmente nel Regno Unito nel 2022

L’immigrazione illegale è considerata un problema notevole per l’amministrazione Johnson.

I dati forniti parlando di sbarchi record sull’isola: oltre 600 persone solo nella giornata di mercoledì 13 aprile, a bordo di barchini e gommoni con cui hanno attraversato il Canale della Manica, portando il totale a oltre 5 mila dall’inizio del 2022.

johnson immigrazione ruandaFonte foto: ANSA
Boris Johnson, premier britannico

In Italia sono circa 8 mila.

“La nostra compassione può essere infinita – ha sottolineato Johnson -, ma la nostra capacità di aiutare le persone non lo è”.

Johnson contro l’immigrazione: la Marina nella Manica per arrestare gli scafisti

Contestualmente, Johnson ha deciso di impiegare la Marina militare nel canale della Manica, al fine di pattugliarlo e di frenare l‘impennata di sbarchi di immigrati illegali.

L’obiettivo dichiarato dal premier è quello di punire “gli scafisti che pilotano i barchini o i gommoni attraverso la Manica”, per i quali Johnson ha previsto il carcere a vita.

Il Governo sta anche lavorando per espandere “le nostre strutture di detenzione per immigrati”, così da accelerare il processo di espulsione di quanti “non hanno diritto a rimanere nel Paese“.

boris-johnson-immigrazione Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,