,,

Ilaria Cucchi risponde a Salvini: "Pensi ai suoi problemi"

Per la sorella di Stefano Cucchi "sono tante le persone che dovrebbero chiederci scusa"

Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, si è presentata con l’avvocato Fabio Anselmo alla presentazione del loro libro “Il coraggio e l’amore. Giustizia per Stefano: la nostra battaglia per arrivare alla verità” a Milano. I due, come riporta Ansa, sono stati accolti da una standing ovation e un lungo applauso. Presente in sala, in occasione del festival Bookcity, anche il sindaco Giuseppe Sala.

Salvini come al solito sembra vivere su un altro pianeta”, ha detto Ilaria Cucchi in merito alle polemiche sui commenti del leader della Lega. “Non si è reso conto che quelle di ieri sono state condanne per omicidio preterintenzionale e la droga non c’entrava assolutamente nulla”.

“Devo pensare che fosse ancora sotto l’effetto del mojito” ha aggiunto. “Piuttosto che occuparsi del caso di mio fratello, credo che Salvini dovrebbe preoccuparsi dei suoi problemi, credo ne abbia più di uno, anziché preoccuparsi della droga”.

“Se io avessi un debito così alto nei confronti dello Stato a quest’ora sarei in prigione, a lui vengono fatte le rate”, ha spiegato la sorella di Stefano Cucchi. “Perché non li devolve per sensibilizzare gli agenti di polizia o anche per combattere la droga?”.

“Dopo la sentenza di ieri sono tante le persone che dovrebbero chiederci scusa, però io penso a chi ci è vicino e ci da la forza di andare avanti”, ha aggiunto Ilaria.

“La cosa più bella è che con il tempo le persone che si sono unite a noi sono diventate una moltitudine”, ha ammesso, “io non riesco a camminare per strada perché vengo fermata ed è una cosa bellissima”.

“Vuol dire che Stefano non è più un problema della mia famiglia”, ha concluso, “ma di tutta la comunità e questo ci aiuta e dare un senso a tanta sofferenza sua e anche nostra”.

VIRGILIO NOTIZIE | 15-11-2019 21:52

Caso Cucchi, 2 carabinieri condannati: reazioni dopo la sentenza Fonte foto: Ansa
Caso Cucchi, 2 carabinieri condannati: reazioni dopo la sentenza
,,,,,,,