,,

Il video dello zio del 14enne ucciso a Monte Compatri: "Una trappola dopo una lite al bar, erano brilli"

14enne ucciso a Monte Compatri, il commento dello zio: "Li hanno seguiti, hanno teso una trappola". Il video con le dichiarazioni

Pubblicato il:

“Stavano un po’ brilli tutti e due”, così inizia il racconto di Ionut, lo zio di Alexandru Ivan, il 14enne ucciso a colpi di pistola di fronte alla stazione metro di Monte Compatri alle porte di Roma.

Tutto sarebbe iniziato con una lite in un locale. “Quello zingaro, quel cavolo che era, gli ha detto ‘che… ti guardi?”. Uno sguardo di troppo, forse, poi un presunto incontro chiarificatore che è finito nel sangue. Alexandru Ivan potrebbe essere stato ucciso per errore. Tutto è iniziato da una violenta lite tra il patrigno, fratello di Ionut, e altre persone. Poi le due parti si sarebbero dovute chiarire poco dopo. Per questo Alexandru ha accompagnato il patrigno in quel parcheggio della stazione della metropolitana, dove invece sono arrivati i colpi di pistola.

Non si dà pace, Ionut, che alle telecamere dell”Ansa’ spiega: “Da quello che so li hanno seguiti, gli hanno teso una trappola“. Una giornalista gli domanda se suo fratello, il patrigno del 14enne, gli abbia raccontato qualcosa. “Non mi ha raccontato niente – racconta – non ce la fa”. Gli chiedono se il nipote fosse un bravo ragazzino. “Troppo bravo”, risponde Ionut con la voce strozzata dal dolore.

14enne-ucciso-roma-monte-compatri Fonte foto: ANSA

Il benessere della tua mente è importante

,,,,,,,,