,,

Il Rione Sanità ricorda Pino Daniele con un'installazione record

120 metri di luminarie sospendono nel cielo di Napoli una delle più belle canzoni dedicate alla città

Un bellissimo spettacolo illuminerà dal 18 settembre il Rione Sanità di Napoli: 120 metri di luci, un vero e proprio record, che ripropongono il testo della bellissima “Napul’è” di Pino Daniele, forse una delle più belle canzoni dell’era moderna dedicate alla città partenopea.

La luminaria, realizzata dall’artigiana Antonio Spiezia con la direzione artistica di Tiziano Corbelli, verrà inaugurata dal sindaco De Magistris insieme al coro dei bambini della Fondazione di Comunità San Gennaro. Lo spettacolo al calar della sera sarà, come immaginabile, veramente unico: un benvenuto per tutti i turisti che si troveranno a passare da quelle parti (spinti anche dalla presenza di due eccellenze culinarie del posto come la pasticceria ‘Poppella’ e la pizzeria ‘Concettina ai Tre Santi’ di Ciro Oliva) e che sarà un segno tangibile del cuore grande di Napoli.

Già lo scorso anno nel Rione Sanità venne installata un’altra luminaria importante, con il testo della poesia di Totò “Core analfabeta”: il principe De Curtis era nato infatti proprio nel Rione, il 15 febbraio del 1898.

Il testo di Napul’è resterà a brillare, sospeso nel cielo, per sei mesi: dopo questo tempo l’installazione verrà smontata e venduta, a beneficio di associazioni di beneficenza che lavorano per i bambini della città.

 

VIRGILIO NOTIZIE | 18-09-2019 14:50

,,,,,,,