,,

Il ministro Schillaci verso la campagna vaccinale congiunta: "Una dedicata al Covid, l'altra all'influenza"

Il ministro della Salute Schillaci parla di Covid, influenza e vaccini: "Faremo campagna congiunta", e promette nuove misure per le liste di attesa

Pubblicato il:

Nell’agenda del ministro della Salute Orazio Schillaci c’è, inevitabilmente, la campagna vaccinale. Il progetto sarà promuovere due direzioni, una che interessi l’immunizzazione anti-Covid e l’altra per contrastare l’influenza stagionale.

Schillaci e la campagna vaccinale congiunta: di cosa si tratta

Le misure sulla campagna vaccinale congiunta e si rendono necessarie a seguito del calo delle vaccinazioni. Schillaci ne ha parlato in un’intervista rilasciata a ‘Repubblica’.

Le due campagne interesseranno, rispettivamente, la vaccinazione anti-Covid e quella contro l’influenza stagionale, specialmente ai cittadini fragili. Per questo il ministro Schillaci ha sottolineato: “La vaccinazione contro il coronavirus in prospettiva deve diventare annuale come lo è da molto tempo quella contro la malattia stagionale”.

Ministro della Salute SchillaciFonte foto: IPA
Il ministro della Salute Orazio Schillaci promuoverà una campagna vaccinale congiunta

Il bollettino settimanale e le polemiche. Schillaci: “Dati sempre disponibili”

A proposito di dati, ha suscitato polemiche la scelta di rendere settimanale il bollettino con tutti i numeri delle Regioni. La decisione è arrivata dal Ministero il 28 ottobre per “avviare un progressivo ritorno alla normalità nelle attività e nei comportamenti, ispirati a criteri di responsabilità e rispetto delle norme vigenti”.

L’ultimo bollettino è stato pubblicato nella giornata di oggi, venerdì 11 novembre.

Tuttavia, nella stessa nota Schillaci sottolineava che le autorità potranno “acquisire in qualsiasi momento le informazioni necessarie al controllo della situazione e all’adozione dei provvedimenti del caso”.

Il ministro della Salute lo ha ribadito nell’intervista a ‘Repubblica’: “I dati sono comunque a disposizione di chi ne ha bisogno a livello scientifico. Si guardano i numeri settimanali ma se ci fosse una variazione significativa, anche giornaliera, saremmo i primi a dirlo”.

Le liste di attesa

Un problema che affligge da troppo tempo gli italiani è quello delle liste di attesa, con pazienti che si ritrovano ad attendere per un numero spesso eccessivo di mesi.

“Sono un vecchio problema”, conviene Schillaci che promette: “Ci stiamo lavorando”. Il ministro sostiene che sia il caso di aumentare l’offerta, ma è altrettanto importante considerare l’appropriatezza.

“Al singolo paziente va offerto l’esame che gli serve nel momento giusto”. Si parla, quindi, di pubblico e privato. Su questo aspetto gli viene chiesto se il ministero incentiverà le convenzioni sui privati per decongestionare le attese del sistema pubblico.

Schillaci risponde: “Il privato può dare una mano ma senza danneggiare mai il ruolo del sistema pubblico”.

orazio-schillaci Fonte foto: IPA
,,,,,,,,