,,

Il medico no vax Mariano Amici lascia il Servizio Sanitario Nazionale: l'annuncio

Era diventato famoso per un assurdo esperimento con kiwi e tamponi e per la scelta di non vaccinarsi, che ne aveva comportato la sospensione

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

“Come gia’ preannunciatoVi, perdurando le vessazioni a mio carico derivanti dal fatto che non mi sono vaccinato, mi vedo costretto ad interrompere in via definitiva il rapporto di convenzione con il servizio sanitario nazionale”.

Con queste parole, il no vax Mariano Amici saluta i suoi pazienti e annuncia che, dal prossimo 4 ottobre, lascerà il suo impiego come medico di base.

Mariano Amici lascia il Servizio Sanitario Nazionale: l’annuncio

Il breve testo di commiato è comparso sul sito ufficiale: “È per me questa una decisione molto dolorosa ma allo stato dei fatti inevitabile – sottolinea Amici – del resto non mi sento di continuare a subire l’imposizione di assurdi protocolli sanitari che limitano la libertà del medico convenzionato di agire secondo scienza e coscienza”.

Lo studio di Amici presso Ardea sarà rilevato da Cosimo Gabriele Russillo. È lo stesso Amici a comunicarlo, definendo il collega “ottimo medico”. Russillo colmerà quindi il vuoto che si sarebbe altrimenti creato con l’abbandono del precedente medico di base ad Ardea.

Chi è il medico no vax Amici: quando è nato, famiglia, origini

Mariano Amici, nato nel 1953, si definisce “medico chirurgo di umili origini contadine”. Ha una moglie e due figli. “Ha alle spalle una lunga carriera in ambito universitario e ospedaliero – continua la descrizione pubblicata sul sito ufficiale – che include 15 anni di pronto soccorso e chirurgia d’urgenza, mentre era al tempo stesso medico di base nel territorio”.

L’assurdo esperimento con kiwi e tamponi e la scelta di non vaccinarsi: così Amici era diventato il riferimento dei no vax

Amici era giunto agli onori della cronaca per le sue posizioni no vax e in particolare per un assurdo esperimento con i tamponi e i kiwi, volto a dimostrare la presunta inattendibilità dei primi. Il medico è inoltre un sostenitore della teoria secondo la quale le varianti del Covid originano dai vaccini.

“Chi lavora per il Servizio sanitario e ha lo stipendio pagato dai contribuenti deve rispettare le regole”. Aveva detto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, annunciando la sospensione di Amici, non vaccinato.

Il dottore aveva a questo punto fatto ricorso, per due volte, al Tar, che ha respinto, due volte, la richiesta del medico, che a questo punto si vede costretto ad abbandonare l’impiego presso il Servizio Sanitario Nazionale. Continuerà ad esercitare tramite la libera professione.

covid medici Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,