,,

Hong Kong, ancora scontri: polizia spara e ferisce manifestanti

Scontri dopo i tentativi di bloccare la circolazione stradale: uno dei due feriti è in terapia intensiva

Ancora violenti scontri a Hong Kong tra polizia e manifestanti, impegnati a bloccare la circolazione stradale: almeno due persone, come riporta ‘Ansa’, sarebbero state colpite da colpi di pistola sparati dagli agenti a Sai Wan Ho. Gli episodi sono avvenuti poco dopo le ore 7 locali (mezzanotte in Italia).

Il ferito più grave è un ragazzo di 21 anni. Stando a quanto riferito dai media locali e riportato da ‘Ansa’, il ventunenne, raggiunto al petto da un colpo di pistola ravvicinato sparato da un agente di polizia, è stato prima soccorso e poi portato via che era ancora cosciente e, quindi, operato d’urgenza. Attualmente, è in terapia intensiva dove è sotto stretta osservazione.

La polizia di Hong Kong ha lanciato cinque raffiche di lacrimogeni a Pedder Street, nel cuore della città, tentando di disperdere i manifestanti che in queste ore stanno cercando di bloccare i mezzi di trasporto creando barricate sulle principali vie in diversi distretti.

Per la terza volta in 5 mesi, da quando a giugno sono iniziate le proteste contro la legge sulle estradizioni in Cina poi tramutatesi in anti-governative e pro-democrazia, la polizia ha usato armi da fuoco con feriti.

Il primo ottobre, uno studente è stato colpito al petto dopo l’assalto dei manifestanti a un gruppo di agenti rimasto isolato, mentre pochi giorni dopo è stata la volta di un 14enne colpito alla gamba. Entrambi sono stati poi arrestati.

La tensione ad Hong Kong è salita dopo la morte di venerdì di Chow “Alex” Tsz-lok, studente di 22 anni, prima vittima delle proteste. Il ragazzo è deceduto a seguito dei traumi riportati cadendo da un parcheggio mentre cercava di fuggire dalla polizia, secondo modalità ancora da chiarire.

Nel fine settimana si sono tenute veglie e sit-in in memoria di Chow, con la chiamata a manifestazioni spontanee e allo sciopero generale. Poi, scontri con la polizia e atti vandalici hanno preso di mira soprattutto le stazioni della metro.

Joshua Wong, leader del ‘movimento degli ombrelli’ del 2014 e tra gli attivisti più in vista del fronte pro-democrazia di Hong Kong, ha scritto su ‘Twitter’: “È doloroso vedere la città caduta in uno stato di polizia”.

VIRGILIO NOTIZIE | 11-11-2019 08:42

Hong Kong, continua la protesta contro la legge sull'estradizione Fonte foto: ANSA
Hong Kong, continua la protesta contro la legge sull'estradizione
,,,,,,,