,,

Haiti, rapito un ingegnere italiano: costruiva strade

Un ingegnere italiano di 74 anni è stato rapito ad Haiti, dove lavorava alla costruzione di una strada

Un ingegnere italiano di 74 anni è stato rapito ad Haiti, dove era impegnato nei lavori per la costruzione di una strada. Stando a quanto riporta l’Ansa, il rapimento sarebbe avvenuto questa mattina e sarebbe da ricondurre a scopi estorsivi.

L’uomo, dipendente di una ditta di costruzioni con sede a Roma, è stato prelevato da sconosciuti dal cantiere dove si trovava per alcuni rilievi. Lo riferisce il ministero degli Esteri in una nota. L’Unità di Crisi della Farnesina è stata immediatamente attivata e sta seguendo il caso in raccordo con l’ambasciata italiana a Panama e con il console onorario sul posto.

L’Adnkronos riferisce che gli autori del sequestro avrebbero già contattato la sede locale dell’azienda per chiedere un riscatto.

Haiti è uno dei paesi più poveri del mondo e nel 2010 fu devastato da un terremoto che causà la morte di oltre 200 mila persone e la distruzione di gran parte delle infrastrutture del Paese. Alcune sono ancora da ricostruire.

Proprio per questo negli ultimi anni sono aumentati esponenzialmente i sequestri a scopo di riscatto: 243 nel solo 2020, rispetto ai 78 dell’anno precedente.

VirgilioNotizie | 01-06-2021 21:46

haiti Fonte foto: ANSA
,,,,,,,