,,

Guerra Ucraina, 30 parlamentari pronti a partire in missione. Intervengono Di Maio e la Farnesina

Una trentina di parlamentari sarebbe pronta a partire in missione verso l'Ucraina, ma il ministro degli Esteri Di Maio li ha dissuasi

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Una delegazione composta da 30 parlamentari italiani avrebbe aderito a un’iniziativa lanciata dall’Associazione Comunità Papa Giovanni XIII, e sarebbe pronta a recarsi in Ucraina, a Leopoli. Ne dà notizia l’Adnkronos, che ha visionato la lettera indirizzata dalla comunità ai parlamentari.

30 parlamentari verso l’Ucraina, lo scopo della missione

Nell’appello, viene spiegato che “la delegazione sarà accompagnata da una scorta civile non violenta ed avrà come obiettivo principale quello di essere al fianco della popolazione e creare uno spazio di evacuazione dei civili ucraini intrappolati sotto il fuoco dell’esercito russo”.

La missione avrebbe quindi l’obiettivo di penetrare nelle zone funestate dalla guerra per lanciare un messaggio di pace e fornire supporto alle persone in difficoltà in Ucraina.

“È una proposta che comporta rischi – si legge ancora nella lettera – ma il rischio di rimanere inermi o acuire lo scontro militare sarebbe peggiore. Vi chiediamo di farvi portavoce di questa iniziativa presso i vostri colleghi europei affinché si esprima un’ampia rappresentatività europea”.

leopoliFonte foto: ANSA
Una veduta di Leopoli, città nell’ovest dell’Ucraina non ancora lambita dalla guerra dove si temono possibili attacchi

30 parlamentari verso l’Ucraina, l’appello di Di Maio

Al diffondersi della notizia, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è intervenuto personalmente invitando gli stessi parlamentari a non rischiare la vita recandosi nei territori dilaniati dal conflitto. E l’ha fatto con una lettera, visionata sempre dall’Adnkronos, indirizzata ai presidenti di Camera e Senato, ai capigruppo e ai leader di partito.

Nella lettera, il ministro Di Maio ha invitato destinatari a dissuadere i parlamentari dal recarsi in missione in Ucraina: “Pur comprendendo le buone intenzioni dell’iniziativa, con una lettera del Capo dell’Unità di Crisi, abbiamo ricordato agli organizzatori l’estrema pericolosità della situazione in tutto il territorio dell’Ucraina, Paese martoriato dalla guerra e verso il quale la Farnesina sconsiglia viaggi a qualsiasi titolo”.

“Lo sconsiglio è a maggior ragione necessario – ha sottolineato il titolare della Farnesina – per un gruppo importante e visibile di parlamentari e giornalisti, che possono rappresentare un obiettivo sensibile e al tempo stesso generare un meccanismo di emulazione”.

30 parlamentari verso l’Ucraina, Di Maio: “Conseguenze pesanti per il nostro interesse”

Di Maio ha quindi ricordato che nella delicata situazione in cui versa l’Ucraina, “la loro presenza (dei parlamentari, ndr) potrebbe essere facilmente strumentalizzata a scopo bellico o di disinformazione, con conseguenze pesanti per il nostro stesso interesse nazionale”.

Ancor peggio, un’operazione del genere potrebbe “arrecare grave pregiudizio ai cittadini italiani e stranieri tuttora intrappolati nel Paese“, secondo Di Maio.

Pertanto, il ministro degli Esteri ha a sua volta lanciato un appello al fine di dissuadere i parlamentari dal prendere parte alla delegazione, pur garantendo all’Associazione Comunità Papa Giovanni XIII “la disponibilità a fornire ogni assistenza per sviluppare, in sicurezza, altre iniziative umanitarie e di assistenza”.

Ucraina e Russia, dov'è il fronte caldo della guerra e quali sono le aree colpite dagli attacchi russi Fonte foto: ANSA
Ucraina e Russia, dov'è il fronte caldo della guerra e quali sono le aree colpite dagli attacchi russi
,,,,,,,,