,,

Guardia di finanza, tensioni con tunisini: sparatoria in mare

Un peschereccio tunisino ha ignorato il segnale di Alt della Guardia di finanza e ha speronato la motovedetta: sparatoria in mare

Tensioni in mare a largo di Lampedusa: una unità della Guardia di finanza ha aperto il fuoco contro una imbarcazione tunisina, per la precisione un peschereccio, che non si è fermata all’Alt e che, tentando di scappare, ha speronato una motovedetta.

Il peschereccio che ha ignorato il segnale di Alt e ha poi speronato la motovedetta è il “Mohanel Anmed”, che dopo l’inseguimento in acque internazionali è stato bloccato dai militari delle Fiamme gialle che lo stanno adesso conducendo a Lampedusa.

Stando alle primissime ricostruzioni, come riporta Ansa, il motopesca aveva calato le reti a 9 miglia circa (in acque territoriali italiane) dalla costa di Lampedusa.

Così, è scattato il controllo da parte di Guardia costiera e Guardia di finanza, tuttavia il natante non solo ha ignorato l’invito a fermarsi ma ha anche speronato una motovedetta italiana.

Proprio durante l’inseguimento che ne è seguito in acque internazionali, sono stati esplosi numerosi colpi che hanno dato vita a una vera e propria sparatoria.

Al termine dell’inseguimento, i militari hanno abbordato il peschereccio e lo hanno portato al porto di Lampedusa dove, con il coordinamento del procuratore capo Luigi Patronaggio e dell’aggiunto Salvatore Vella, è stato arrestato il comandante del motopesca e sequestrate le reti illecitamente utilizzate.

VIRGILIO NOTIZIE | 30-09-2020 10:35

motovedetta-sparatoria Fonte foto: Ansa
,,,,,,,