,,

Green pass rimodulato, cosa succede ad aprile. La previsione di Costa sull'allentamento delle restrizioni

Cosa succede al Green pass dopo lo scadere dello stato di emergenza il 31 marzo? Ad aprile molte cose potrebbero cambiare

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Il 31 marzo 2022, com’è ormai noto, scadrà lo stato di emergenza relativo alla pandemia di Covid-19. In seguito a questa decisione, alcune delle misure con cui ci siamo abituati a convivere nel corso di questi due anni spariranno, mentre altre saranno conservate ancora per un po’. Una delle domande a cui il Governo non ha ancora fornito risposte riguarda il Green pass: che ne sarà della certificazione verde? Sarà eliminata o cambierà progressivamente?

Green pass rimodulato, cosa succede ad aprile

Al momento, la direzione verso la quale il Governo sembra essere orientato è la seconda, motivo per cui si sente parlare di Green pass rimodulato. Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, intervenuto a Radio Anch’io, ha spiegato cosa potrebbe succedere ad aprile e in quali luoghi e attività non sarà più obbligatorio esibire il Green pass.

“Nei prossimi giorni – ha detto Costa – verrà stabilito un cronoprogramma e dal primo aprile inizierà una fase di graduale allentamento. Ci saranno situazioni in cui il Green pass non sarà più necessario, ad esempio per bar, ristoranti e altri locali all’aperto. Credo sicuramente questo da aprile non sarà più necessario”.

Successivamente, ha aggiunto Costa, saranno introdotti ulteriori allentamenti ed “entro giugno avremo uno scenario che ci consentirà di arrivare all’estate senza restrizioni”.

andrea costaFonte foto: ANSA
Il sottosegretario Costa

Green pass e obbligo vaccinale, cosa succede a giugno

A giugno, inoltre, scadrà anche l’obbligo vaccinale per gli over 50, il cui termine è il 15 del mese. Fino a quella data, gli over 50 che non hanno ricevuto il vaccino anti-Covid potrebbero incorrere in una sanzione di 100 euro.

Tuttavia, ha spiegato Costa all’Ansa, “la valutazione che stiamo facendo è di verificare l’opportunità di anticipare la possibilità per gli over 50 di andare al lavoro con il Green Pass base (anziché quello rafforzato), ossia facendo il tampone rapido ogni due giorni”. Pur mantenendo l’obbligo vaccinale fino al 15 giugno.

Varianti Omicron e aumento di contagi in Italia, il parere di Sileri

Negli ultimi giorni, in Italia e in altri Paesi, si sta osservando un lieve aumento dei contagi, mitigato tuttavia da un calo di pressione sulle strutture sanitarie. Secondo il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, intervenuto a Mattino 5, l’incremento “è verosimilmente dovuto alle sottovarianti di Omicron, di cui una è più diffusiva di Omicron stessa”.

In Italia, infatti, sono state identificate ben tre varianti di Omicron (qui il nostro articolo), che tuttavia, al momento, non destano particolari preoccupazioni.

green pass Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,