,,

Green pass, obbligo anche per i rifugiati? L'Italia ha preso una decisione per chi scappa dall'Ucraina

Le persone in fuga dall'Ucraina e dirette in Italia per scappare dalla guerra avranno l'obbligo del Green pass? Il Governo ha preso una decisione

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Due emergenze contemporaneamente. L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia sta spingendo centinaia di migliaia di persone a scappare da Kiev e dalle altre città finite sotto le bombe. Tutto questo rappresenta anche un problema sanitario, visto che i Paesi devono fare i conti con maxi spostamenti di persone di cui si disconosce il quadro sanitario dal punto di vista del Covid. L’Italia non ha i confini chiusi, per entrare nel Paese occorre essere vaccinati, guariti o avere un test negativo. Ma cosa succederà con i rifugiati? Saranno respinti? Ecco cosa ha deciso il Governo.

Covid e Ucraina, allarme dell’Oms: “La guerra può far aumentare la circolazione del virus”

Il direttore generale dell’Oms ha detto che c’è il rischio dell’aumento della circolazione del Covid a causa della crisi ucraina.

“L’aumento può avvenire ovunque c’è un assembramento – ha detto Pierpaolo Sileri, sottosegretario al ministero della Salute, ai microfoni di Rai Radio 1 -. Ora, però, questa è davvero la preoccupazione minore”.

Green pass obbligatorio per chi scappa dall’Ucraina? La decisione

Sileri ha anche fatto luce sulla situazione dei rifugiati in fuga dall’Ucraina e diretti in Italia: “Lo status di rifugiato consente l’accesso alla nostra sanità, a breve uscirà la circolare del nostro ministero”.

sileri green pass ucrainiFonte foto: ANSA
Pierpaolo Sileri, sottosegretario al ministero della Salute

Cosa succederà, nei fatti? Secondo quanto anticipato da Sileri “verranno fatte tutte le procedure, compreso il tampone per chi arriva, e verrà offerta loro la possibilità di vaccinazione”.

Lo status di rifugiato, ha precisato, “non prevede l’obbligo del super Green pass: è chiaro che noi offriremo la vaccinazione, ma quello che serve alle persone che giungono da noi ora è un abbraccio”.

Per prendere treni o bus “si procederà a un controllo mediante tampone” dei rifugiati.

Le nuove regole per chi arriva in Italia dal 1° marzo

Situazione di chi fugge dall’Ucraina a parte, quali sono le regole in vigore dal 1° marzo che deve osservare chi vuole entrare in Italia?

Innanzitutto, non serve necessariamente essere vaccinati: qualsiasi persona, a prescindere dalla provenienza, dovrà osservare le stesse regole che valgono per i cittadini europei. Per entrare, quindi, servirà una di queste condizioni:

  • certificato di vaccinazione;
  • certificato di guarigione;
  • tampone negativo.

Per quel che riguarda la quarantena, questa va osservata da chi non soddisfa uno dei tre requisiti sopraelencati: durerà 5 giorni e, al termine dell’isolamento, ci si dovrà sottoporre a un tampone molecolare o rapido.

Fine stato d'emergenza, colori regioni, mascherine e Green pass: cambiano le misure Covid del governo Draghi Fonte foto: ANSA
Fine stato d'emergenza, colori regioni, mascherine e Green pass: cambiano le misure Covid del governo Draghi
,,,,,,,,