,,

Gratta e vince due milioni in 20 giorni: svolta nell'inchiesta

Svolta nel caso dell'uomo che ha vinto oltre due milioni di euro al Gratta e Vinci in 20 giorni: la decisione dei magistrati

I 2,4 milioni di euro vinti per due volte in 20 giorni al Gratta e Vinci torneranno al legittimo vincitore. Lo ha stabilito il sostituto procuratore della repubblica Alberto Sergi, che ha dichiarato al Corriere del Veneto di aver archiviato il fascicolo d’inchiesta.

Nessuna “soffiata” da parte di tabaccherie o irregolarità sono emerse dall’inchiesta, soltanto una buone dose di fortuna per il cittadino brasiliano che vive in provincia di Mantova da tre anni lavorando come piastrellista.

La vicenda: due maxi vincite sospette al Gratta e Vinci

La prima vincita era avvenuta il 4 febbraio, poi il 24 dello stesso mese altri due milioni con un biglietto acquistato a Garda (Verona) assieme ad un amico, un veronese di 47 anni. In tutto l’uomo ha vinto 2,4 milioni di euro giocando al Gratta e Vinci.

L’inchiesta era stata aperta in seguito alla segnalazione scattata dall’Uif, l’Unità di informazione bancaria della Banca d’Italia, che ha allertato la Guardia di Finanza dopo che l’uomo aveva disposto un bonifico di 800 mila euro sul suo conto corrente in un istituto di credito brasiliano.

Accuse archiviate, il pm: “Non ci sono irregolarità”

“Ho appena chiesto l’archiviazione delle accuse – ha annunciato il pubblico ministero Alberto Sergi -. Abbiamo svolto tutti gli accertamenti possibili, la Guardia di Finanza ha approfondito ogni aspetto chiarendo dubbi e interrogativi. Non sono emerse irregolarità, per questo ho deciso di chiudere il caso archiviando le accuse”.

Ora, con l’archiviazione delle accuse, “procederò anche alla rimozione dei sigilli sull’ammontare delle vincite – ha spiegato il pm -. Se siamo realmente di fronte a un giocatore baciato doppiamente dalla fortuna? A questo punto, visti gli esiti di tutti i doverosi accertamenti svolti, possiamo concludere proprio così”.

Parla il vincitore di 2,4 milioni di euro al Gratta e Vinci: la sua difesa

Non ho barato e non sono un imbroglione, sono soltanto un grande appassionato del gioco e infatti acquisto anche interi pacchetti di tagliandi nella speranza di vincere”, ha dichiarato al Corriere del Veneto il piastrellista di 40 anni che con moglie e figlia risiede a Monzambano, nel Mantovano, e che è balzato improvvisamente alla ribalta delle cronache nazionali.

“Come si spiegano quegli acquisti in due province diverse? Semplicemente perché con il mio lavoro mi trovo spesso a girare in varie città, a seconda di dove si trova il cantiere”, ha aggiunto il fortunato vincitore.

VirgilioNotizie | 01-05-2021 12:18

Gratta e vince due milioni in 20 giorni: svolta nell'inchiesta Fonte foto: ANSA
,,,,,,,