,,

Governo, si apre la partita dei vice. I numeri in Senato

Si apre la partita dei sottosegretari. Intanto si profila una previsione per i numeri della fiducia in Senato

Definiti i ministri della squadra di governo e prestato il giuramento al Quirinale, è la volta dei sottosegretari. Dopo i voti di fiducia di lunedì e martedì, di Camera e Senato, si aprirà la partita per completare la composizione del nuovo governo.

Governo, i possibili sottosegretari

Come riporta l’Adnkronos, tra i papabili del Pd c’è Antonio Misiani, responsabile Economia della segreteria di Nicola Zingaretti, che aspirerebbe al ruolo di viceministro al ministero dell’Economia e delle Finanze. Poi c’è Lia Quartapelle, deputata dem, che nelle fasi di incertezza della formazione del governo è stata considerata come possibile ministro; per lei potrebbe esserci il posto alla Farnesina come vice di Di Maio.

Anna Ascani, vicepresidente dem, è un altro dei possibili personaggi a cui potrebbe toccare la nomina di sottosegretario all’Istruzione. Oltre al suo, circola anche il nome dell’altra vicepresidente del Pd Debora Serracchiani.

Viene dato quasi per certo il nome di Gian Paolo Manzella, assessore alla Regione Lazio, che potrebbe ricevere la nomina di viceministro allo Sviluppo Economico. Papabili anche i nomi di Riccardo Nencini, Luciano D’Alfonso, Emanuele Fiano.

Governo, la battaglia dei numeri in Senato per la fiducia

Nel frattempo, c’è trepidazione anche per il voto di fiducia in Senato, che si terrà martedì. Ad oggi, se le forze in gioco restano stabili, il governo Conte bis potrebbe ottenere da 166 a 181 voti, nello scenario prospettato dal Corriere della Sera. Uno scenario in cui si raggiungerebbe comunque la maggioranza di 161 voti.

166 sono dati per certi (106 del M5S, 50 del Pd, 7 del misto e 3 delle Autonomie), a cui si aggiungerebbero i 3 della Svp. A questi potrebbe aggiungersi quello del dissidente dem Matteo Richetti, arrivando a 170; e con Paola Nugnes, ex M5s, si arriverebbe a 171. Con i due voti del Maie, su cui c’è ancora riserbo, si arriverebbe a 173; con Gregorio De Falco e Saverio De Bonis, al momento restii ma non del tutto ostili, si raggiungerebbero 175 voti.

Ci sono poi i voti dei senatori a vita, che non hanno rivelato le loro decisioni. Ma se il premier riuscirà a convincere col proprio discorso anche Liliana Segre, Giorgio Napolitano, Elena Cattaneo, Carlo Rubbia Renzo Piano e Mario Monti, il Conte bis potrebbe ottenere fino a 181 consensi. Dall’altro lato, l’opposizione di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia resta compatta nell’ostacolare il Conte bis; ma i numeri, per il momento, non giocano a loro favore.

VIRGILIO NOTIZIE | 06-09-2019 10:41

Conte bis, dalla penna all'occhiolino: i momenti del giuramento Fonte foto: ANSA
Conte bis, dalla penna all'occhiolino: i momenti del giuramento
,,,,,,,