,,

Governo e la minaccia della crisi: l'avvertimento di Zingaretti

Il segretario del Partito Democratico ha inviato un messaggio agli alleati di governo e al Premier Conte

Non si placano le tensioni nel governo Conte Bis e persistono i rumours su una possibile crisi. Il leader del Partito Democratico Nicola Zingaretti, in occasione della direzione nazionale del Pd, ha commentato gli ultimi provvedimenti del governo e ha parlato del presente e del futuro dell’esecutivo, non risparmiando frecciate agli alleati e moniti al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Queste le parole di Zingaretti: “Il Pd non si nutre di polemiche e non rinuncia a impegnarsi per una prospettiva di crescita. Rimaniamo convinti sull’impianto di questa maggioranza: non un contratto ma una alleanza. Oggi questa impostazione viene messa in discussione ma a noi appare ancora più necessaria che ad agosto”.

A proposito della Manovra, il segretario del Pd ha detto: “Considero la manovra un successo che supera i timori di fine estate. Se anche altre forze della maggioranza avessero mostrato analogo stile e impegno ci saremmo evitate tante inutili polemiche”.

Zingaretti ha poi commentato i rumours su una possibile crisi di governo: “Non sarò io ad alimentare distinguo o minacciare crisi ma non siamo la fanteria obbediente a chi grida più forte. Occorre una maggioranza in cui si sia alleati e non avversari. Sulla manovra la via del confronto ha prodotto un risultato che noi difendiamo, ma ora occorre alzare l’asticella per convincere gli italiani che diamo loro una prospettiva”.

Il messaggio di Zingaretti agli alleati e al Premier Conte: “Agli alleati diciamo che in noi troveranno sempre alleati aperti. Il Pd è una forza responsabile e seria che non urla, e credo sia apprezzato dalle persone. La strada del governo va però condivisa, come una cordata. A Conte l’onere di guidarla. Noi saremo i più leali ma agli alleati chiediamo la stessa lealtà, perché anche la pazienza ha il limite nella sopportazione“.

A proposito delle prossime elezioni regionali, il leader del Partito Democratico ha invece dichiarato: “Qualcuno pensa che il futuro della legislatura di decida in Calabria e Emilia, ma il suo futuro si decide altrove, se saremo capaci di convincere gli italiani che siamo in grado di costruire una prospettiva. Per questo serve un cambio di passo. Lasciamo perdere il contratto che sa di film di bianco e nero. Servono pochi traguardi, pochi obiettivi, che non servano solo a prolungare di pochi mesi la legislatura ma a rilanciarla”.

Zingaretti ha parlato anche della legge elettorale, aprendo al confronto con l’opposizione, perché “la legge è indispensabile per il Paese e non va approvata per danneggiare avversari. Una legge da portare in Parlamento in tempi brevi, prima del pronunciamento della Corte costituzionale sul referendum elettorale promosso dalla Lega”.

SONDAGGIO: Il Governo giallo-rosso dura a lungo o pensi che cadrà a breve? Vota e commenta qui

VIRGILIO NOTIZIE | 13-12-2019 11:24

Governo Conte Bis, chi sono gli esponenti più popolari Fonte foto: Ansa
Governo Conte Bis, chi sono gli esponenti più popolari
,,,,,,,