,,

Governo Conte bis, il piano di Zingaretti per rinnovare il Pd

Per Zingaretti si apre una fase in cui dovrà far recepire il messaggio che il Pd rappresenta un elemento chiave del governo in procinto di nascere

Dopo giorni di trattative e l’iniziale ritrosia, il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha accettato la condizione del M5s per la formazione del nuovo governo giallo-rosso: Giuseppe Conte come premier. Per Zingaretti si apre una nuova fase in cui dovrà far recepire chiaramente il messaggio che il Pd rappresenta un elemento chiave del governo in procinto di nascere.

Come riporta il Corriere della Sera, Zingaretti ha dichiarato ai suoi: “Noi ovviamente chiediamo al premier di essere presidente di garanzia, ma ciò non significa che lui sia super partes. È stato scelto e indicato dai 5 Stelle. Loro continuano a negarlo ma questo è addirittura offensivo e porterà solo a polemiche e frizioni perché si nega l’evidente. Noi rispettiamo Conte, ma avremmo fatto altre scelte e ora se lui vuole costruire un rapporto vero con noi deve capire certe cose e tenerne conto”.

Per Zingaretti, la richiesta da parte del Pd di avere un solo vicepremier è una strategia fondamentale per garantire la stabilità e la tenuta di questo governo. Un governo che per il segretario del Pd deve rappresentare un momento di svolta per l’Italia ma anche un’occasione di rinnovamento per il partito stesso. Anche senza Carlo Calenda.

Sembra ottimista, il presidente della Regione Lazio, una carica per la quale ha rinunciato a far parte del nuovo esecutivo: “È vero, il governo è una vera scommessa. Comunque dei risultati li ha già ottenuti: ha fermato una deriva pericolosa di Salvini, interrotto un governo drammatico e fatto calare lo spread”. E aggiunge alla sua visione: “Noi non ci chiuderemo nella dimensione del governo, ma rilanceremo il rinnovamento del Partito democratico“.

VIRGILIO NOTIZIE | 30-08-2019 08:39

Governo M5S-Pd, il toto ministri: tutti i nomi Fonte foto: ANSA
Governo M5S-Pd, il toto ministri: tutti i nomi
,,,,,,,