,,

Gloria Cuminetti presa a pugni, le parole per l'aggressore

L'attrice odia "il chiacchiericcio da bar alla Salvini" e dichiara di provare pena per il suo aggressore

Gloria Cuminetti, l’attrice presa a pugni in strada da un 34enne marocchino, ha dichiarato di provare pena per il suo aggressore e di voler continuare a vivere e lavorare a Torino.

L’aggressione è avvenuta sabato 14, intorno alle 19, quando l’uomo l’ha avvicinata e, senza dire nulla, le ha sferrato un violento pugno in faccia. Caduta a terra, l’attrice è stata soccorsa da alcuni passanti che, dopo aver assistito alla scena, hanno chiamato i carabinieri, riferendo loro che poco prima l’uomo aveva anche importunato una coppia.

L’extracomunitario, sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, è stato bloccato col taser e trasportato in ospedale per gli accertamenti. In seguito, è stato arrestato con l’accusa di violenza, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni gravi. Gloria Cuminetti, tuttavia, ha dichiarato in un’intervista al Corriere della Sera di non avere paura e voler continuare a vivere nel suo quartiere. L’attrice ha scelto di vivere a Torino da un anno e mezzo per lavorare nella Compagnia del Laboratorio permanente di Domenico Castaldo al cimitero di San Pietro in Vincoli e non ha intenzione di lasciare il suo progetto.

Nella ricostruzione di Gloria Cuminetti, l’aggressore “urlava la stessa frase a ripetizione, credo in arabo, non si capiva bene”. L’attrice ha aggiunto anche una frecciatina a Matteo Salvini: “Non vorrei mai però che il dettaglio che lui parlasse arabo desse adito a polemiche razziste e sterili, perché odio il chiacchiericcio da bar alla Salvini e sono rimasta molto colpita da alcuni commenti che ho letto online, riferiti alla cronaca di quanto mi è successo”.

Il caso, infatti, secondo le parole dell’attrice avrebbe suscitato commenti razzisti: “Ho letto che alcune persone sostengono che ora tutti i marocchini debbano tornare al proprio paese. Per me, che lui fosse tunisino o svizzero, non cambia”.

L’attrice ha dichiarato di non provare rabbia verso il suo aggressore: “Penso che sia molto ingiusto quanto è accaduto a me, ma credo che anche questa persona abbia subito delle ingiustizie nella vita, e non abbia ricevuto amore. Mi sono chiesta perché vomitasse questa rabbia addosso alle persone e quali fantasmi avesse dentro. Sicuramente è un uomo che non sta bene e che non sa gestire un disagio”.

VIRGILIO NOTIZIE | 16-09-2019 10:37

gloria-cuminetti Fonte foto: Facebook
,,,,,,,