,,

Giorgia Meloni risponde a Giuseppe Conte sul salario minimo dopo il testo strappato: schiaffo a M5S e Pd

La presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha replicato a Giuseppe Conte sul salario minimo dopo il testo strappato in Aula dal leader M5S

Pubblicato il:

La presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha risposto a Giuseppe Conte sul salario minimo, lanciando un attacco al Movimento 5 Stelle e al Partito Democratico.

Cosa ha detto Giorgia Meloni sul salario minimo

Ai microfoni di ‘Rtl 102.5’, Giorgia Meloni, rispondendo a Giuseppe Conte, ha dichiarato:

“La bagarre alla Camera sul salario minimo? Un po’ sorrido: M5S e Pd ci dicono che il salario minimo è l’unica cosa che va fatta in Italia ma in 10 anni al governo non l’hanno fatta“.

Giorgia MeloniFonte foto: ANSA

La presidente del Consiglio Giorgia Meloni.

Cosa ne pensa Giorgia Meloni della proposta delle opposizioni

Secondo la presidente del Consiglio, la proposta delle opposizioni di una paga di almeno 9 euro l’ora, “per paradosso, rischia di abbassare gli stipendi, perché il 95% dei lavoratori ha una paga oraria più alta e si rischierebbe di arrivare al paradosso in cui un datore dice: ‘Se posso abbassarla a 9 euro, perché devo pagare di più?’. Certo ci sono poi quelle sacche che prendono meno e sulle quali occorre intervenire come il governo intende fare”.

L’attacco di Giorgia Meloni ai sindacati

Nel corso del suo intervento in radio a ‘Rtl 102.5’, Giorgia Meloni ha anche sferrato una critica ai sindacati: “Mi stupisce la posizione di alcuni sindacati che vanno in piazza per rivendicare il salario minimo quando poi vanno a trattare i contratti collettivi e accettano anche contratti con poco più di 5 euro all’ora, come accaduto di recente con il contratto della sicurezza privata. Bisognerebbe essere un po’ coerenti”.

Cosa aveva detto Giuseppe Conte sul salario minimo

Nella giornata di martedì 5 dicembre, in una seduta ad altissima tensione alla Camera dei Deputati, il centrosinistra unito ha ritirato le firme dalla proposta sul salario minimo, che non aveva più nulla a che fare con quella originaria di 9 euro lordi l’ora per legge.

Il leader M5s Giuseppe Conte è arrivato persino a strappare il testo della nuova proposta in Aula. E ha detto: “State facendo carta straccia del salario minimo legale. Questa battaglia è stata rallentata, ma la vinceremo perché il Paese è con noi”.

Meloni e Conte Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,