,,

Giorgia Meloni contestata a Palermo, scontri tra polizia e manifestanti: colpita anche una giornalista

Tafferugli a Palermo tra la polizia e alcuni contestatori che volevano raggiungere la piazza dove Giorgia Meloni stava tenendo il suo comizio

Pubblicato il:

Scontri tra polizia e manifestanti a margine del comizio di Giorgia Meloni a Palermo in vista delle elezioni di domenica prossima. Un gruppo di contestatori è stato prima contenuto dal cordone delle forze dell’ordine e poi caricato dalla polizia. Negli scontri è stata colpita anche una giornalista.

Meloni contestata a Palermo

Tensione ieri sera, martedì 20 settembre, al comizio elettorale di Giorgia Meloni a Palermo per le elezioni del 25 settembre. Oltre alle politiche in Sicilia si vota anche per le elezioni regionali, con il centrodestra che punta a mantenere la guida della Regione.

Mentre la presidente di Fratelli d’Italia parlava dal palco, un gruppo di contestatori ha cercato di raggiungere l’evento in piazza Politeama, ma i manifestanti sono stati bloccati dalla polizia all’angolo fra le vie Principe di Belmonte e Ruggero.

Giorgia Meloni contestata a Palermo, scontri tra polizia e manifestanti: colpita anche una giornalista
 Un gruppo di contestatori al comizio di Giorgia Meloni

I manifestanti, una cinquantina di persone appartenenti a gruppi antagonisti e centri sociali, hanno cercato di raggiungere il comizio di Meloni portando cartelli con slogan come “Meglio porco che fascista” e “Sul mio corpo decido io”.

Scontri tra polizia e manifestanti: colpita anche una giornalista

Secondo quanto riporta Repubblica, i manifestanti sono stati bloccati da un cordone delle forze dell’ordine prima di poter arrivare in piazza Politeama, dove Giorgia Meloni stava tenendo il suo comizio elettorale.

Dopo una breve fase di confronto la polizia ha caricato i manifestanti. Sono volate alcune manganellate che, oltre i contestatori, hanno raggiunto anche una cronista di Repubblica.

In una nota la Questura di Palermo riferisce che sono state attuate “iniziative di contenimento” per bloccare “un gruppo di cinquanta aderenti a gruppi antagonisti che ha cercato di raggiungere piazza Politeama con l’intento di creare turbative all’iniziativa elettorale”.

Negli scontri è rimasto ferito un agente della Digos, raggiunto da un pugno al volto. Un manifestante è stato fermato e portato in questura e rilasciato dopo qualche ora.

Tensioni anche prima del comizio

Le tensioni a Palermo però sono iniziate diverse ore prima dell’intervento di Giorgia Meloni. Gruppetti di militanti di associazioni di sinistra e centri sociali sono stati bloccati già all’inizio dell’evento elettorale di Fratelli d’Italia.

I poliziotti hanno fermato gli attivisti per controllare cosa portassero nelle borse e negli zainetti e li hanno invitati a non avvicinarsi al palco.

Scontri Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,