,,

Giordania, sventato colpo di Stato: cosa è successo

Ondata di arresti in Giordania, sembrerebbero coinvolte persone vicine al re: cosa sta succedendo e cosa sappiamo

Sventato un colpo di Stato in Giordania. Nel Paese sono in corso arresti ad alto livello per ragioni di sicurezza. Lo ha riferito l’agenzia ufficiale Petra che ha citato fonti della sicurezza secondo cui tra le persone fermate ci sarebbero anche Sharif Hassan Bin Zaid e Basem Ibrahim Awad Allah. Il primo sarebbe legato al principe Ali Ben Hussein, fratello del re. Il secondo, invece, è stato capo ufficio della Casa Reale.

Giordania, sventato colpo di Stato: cosa è successo

C’è anche Hamzah bin Hussein, il figlio maggiore del defunto re Hussein, ex principe ereditario e fratellastro del re di Giordania Abdullah II, tra le persone vicine alla Casa reale di Amman arrestate oggi dalle forze della sicurezza giordana per ”motivi di sicurezza”.

“Gli abbiamo chiesto di interrompere le attività e le azioni contro la stabilità della Giordania”, ha detto in un comunicato l’esercito di Amman.

Per il sito di Middle East Eye, le autorità giordane avrebbero così sventato un tentativo di colpo di Stato.

In passato, Hamzah bin Hussein era stato accusato di essere sostenuto dall’Arabia Saudita. Un alto funzionario dell’intelligence mediorientale informato degli eventi ha detto al ‘Washington Post’ che erano in corso indagini sul tentativo di spodestare il re.

Leader tribali e membri dell’establishment di sicurezza giordano sarebbero stati coinvolti nel complotto, ha aggiunto il giornale.

‘È in corso un’inchiesta”, ha spiegato un funzionario citato dall’agenzia di stampa ufficiale Petra a condizione di anonimato. Gli arresti, ”una ventina”, sono stati condotti dopo ”un attento monitoraggio” e da ”indagini approfondite” che andavano avanti ”da molto tempo”, ha aggiunto la fonte.

Giordania, come è stato sventato il colpo di Stato

In base a fonti da Amman, gli uomini della sicurezza sarebbero arrivati a bordo di 20 veicoli e avrebbero fatto irruzione nella casa del principe Hamzah, 41 anni, in un sobborgo occidentale di Amman, lo avrebbero messo agli arresti domiciliari e avrebbero arrestato le sue guardie.

Anche il capo del suo ufficio, Yasser Majali, sarebbe stato arrestato dopo che una forza pesantemente armata ha fatto irruzione nella casa di un suo familiare.

“La comunicazione con loro si è interrotta più di tre ore fa”, ha twittato un membro della famiglia, Basma Al Majali. Detenuto anche Adnan Abu Hammad, che gestisce il palazzo del principe Hamzah. Il principe Hamzah è il figlio del defunto re Hussein, succeduto ad Abdullah nel 1999, e della sua quarta moglie, la regina Noor, nata negli Stati Uniti.

VirgilioNotizie | 03-04-2021 21:38

giordania-re-colpo-stato Fonte foto: ANSA
,,,,,,,